A- A+
Economia

di Massimo Gargiulo

Una nota di Palazzo Chigi ha informato ieri che si è tenuta una riunione tra il Segretario generale della Presidenza del consiglio e le “società rappresentanti di interessi particolari” nella prospettiva di arrivare a breve termine a regolamentare le attività di “lobby”.

Forse, dopo il tentativo effettuato nel 2007 dal Governo Prodi per iniziativa del ministro Santagata, è arrivata la volta buona perché l’annosa questione della regolamentazione delle lobby arrivi a conclusione.
Va però detto che la proposta Santagata, oltre a risultare estremamente macchinosa, prevedendo tra l’altro la costituzione di un albo dei lobbisti presso il CNEL, era formulata in modo da fare dei professionisti della lobby un circolo chiuso ed esclusivo.

Per ovviare a tutto ciò nella scorsa legislatura (12 marzo 2009) Mariapia Garavaglia, con il mio supporto, aveva avanzato al Senato una proposta di legge all’insegna della semplicità e dell’efficienza.
Una soluzione tuttora valida, in linea con quella adottata dal 2012 dal Ministero delle Politiche Agricole per iniziativa dell’allora Ministro Mario Catania, sulla quale sarebbe auspicabile aprire un dibattito pubblico.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lobbygaravagliagargiulo
i più visti
in evidenza
Neve e gelo all'assalto dell'Italia Le previsioni sono da brivido

Meteo, offensiva siberiana

Neve e gelo all'assalto dell'Italia
Le previsioni sono da brivido


casa, immobiliare
motori
Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano

Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.