A- A+
Economia

Lui è Luca Boffi, figlio di quel Paolo Boffi che insieme al fratello Dino fu l’anima della Boffi Cucine, uno dei nomi più eccelsi del design italiano. Il suo progetto è quel che sul mercato mancava: oggetti d’arredo fatti in Italia, disegnati da archistar o da bravi creativi con tutti i crismi dei grandi nomi, a un costo che è un terzo o più  rispetto ai vari Cassina, Minotti, Meritalia ecc ecc.

Il progetto è appena partito sul sito www.lucaboffi.com,  con la supervisione creativa di Carlo Colombo, uno dei più grandi architetti su scala internazionale, che per Luca Boffi ha disegnato la serie di sedute e letti Nami.

Qualche esempio di prezzo? 2.400 euro per un divano  firmato Carlo Colombo,  con tessuti e finiture di pregio, unico nella morfologia; ma ci sono anche pezzi con disegni del pop artist Willow o di Ludmilla Radchenko, o ancora dei Beatles, di cui Luca Boffi ha la licenza originale, a poco più di 1.000 euro. E, cosa che ha dell’incredibile, si trovano divani totalmente made in Italy con disegni fatti da Karim Rashid, altra star del design mondiale, a 1.500 euro.

Pezzi non assemblati in Bangladesh o in Cina, si badi bene.  Tutto è realizzato nei laboratori italiani, con il valore aggiunto di poter cambiare rivestimento in pochi, semplici gesti: un divano di Rashid può essere acquistato con la texture dei Beatles e cambiare anima in un quarto d’ora e ovviamente i rivestimenti hanno un prezzo misurato (sui 250 euro l’uno).

Non di soli divani vive il design di Luca Boffi: ci sono letti, poltrone, librerie, tavolini, complementi,  con l’obiettivo di arrivare a “vestire” tutta la casa. Sempre con la logica “qualità massima a prezzi equi”.

Ma com’è possibile che il grande design costi così poco? Lo abbiamo chiesto all’artefice, che nel 2001 inventò un sistema brevettato di divani componibili, smontabili e sfoderabili e che associa genialità creativa ad amore per il made in Italy. E lui ci ha risposto. “In primis, io non ho un marchio da sostenere con costi di comunicazione altissimi. Per ora vendo on line sul sito www.lucaboffi.com. Quindi i prezzi a cui vanno in vendita poltrone, divani, letti, librerie, vengono calcolati sul puro costo della manifattura. E il progetto è talmente bello che nomi come Carlo Colombo e Karim Rashid,  hanno deciso di parteciparvi senza caricare gli oggetti di costi che farebbero subito svettare ogni pezzo oltre i 6mila euro”.

Del resto, l’azienda che guidò sui padre, la Boffi Cucine dimostra come la ricerca sui materiali e su nuovi codici di componibilità e modularità porti a risultati straordinari. Luca Boffi però procede per suo conto, con un’idea di casa contemporanea, nomade, dove tutto è smontabile e spostabile con pochi, semplici gesti, senza intaccare il valore.

Tessuti di prim’ordine, stampe spettacolari, archetipi rivisitati (la sedia barocca simile a un trono con le stampe pop di Willow o di divani animati dalle iconografie glamour della Radchenko), manifattura che non ha nulla, ma proprio nulla da invidiare ai nomi del design internazionale, perché realizzati in Italia.

Ora, Luca Boffi sta organizzando una distribuzione sul territorio: “Saranno almeno dieci le città dove è in procinto di nascere un corner o un negozio Luca Boffi-All round design. In più, vi sono grossi distributori americani che hanno mostrato grande interesse ai nostri oggetti e intendono rappresentarci Oltreoceano”. Perché, come dice ancora Boffi, “il design storicamente è nato per rendere accessibili a tutti mobili di pregio. Poi è diventato esso stesso inaccessibile, con prezzi altissimi che lo hanno portato sempre più lontano dal grande pubblico. Ecco, noi vogliamo tornare alle origini del principio di design”.

Tags:
ikealuca boffidesignlow costarredamento
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.