A- A+
Economia

 

arnault bulgari (2)BERNARD ARNAULT, FOTO OLYCOM

Prima Armani, poi Ferragamo: ora l'ultimo rumors su monsieur Lvmh, il francese Bernard Arnault che, secondo alcune indiscrezioni, avrebbe messo nel mirino Yoox, il gruppo italiano leader nel web retail fondato da Federico Marchetti.

Da Zola Predosa, il quartiere generale di Yoox non commentano, ma per mister piagliatutto Arnault la logica industriale c'è tutta: dopo aver fatto incetta di marchi del lusso nello Stivale per rimpinguare un portafoglio brand già molto nutrito, Lvmh, primo gruppo luxury al mondo, potrebbe ulteriormente premere l'acceleratore su una redditività, già ampia frutto di un giro d'affari da oltre 12 milardi che frutta quasi 4 miliardi di utile, "mettendo tutto in vetrina". Meglio se virtuale, in grado di raggiungere ogni angolo del mondo e soprattutto i nuovi ricchi cinesi, indiani, russi e brasiliani. E abbattendo quel tabù degli articoli del lusso che non si possono vendere sul web. Arnault, l'uomo più ricco di Francia farebbe il botto, dopo averci preso gusto grazie a una campagna acquisti che in terra italiana in poche settimane ha messo le mani sul prestigioso marchio Loro Piana e sulla pasticceria Cova di Milano.

arnault bulgari (6)

Intanto in Borsa, sul segmento Star dov'è una delle aziende più redditive, il titolo del gruppo di web retail viaggia in positivo sopra i 20 euro per azione, un prezzo superiore al target price fissato ad esempio da Mediobanca (18,1 euro) grazie a numeri di tutto rispetto che hanno dribblato la crisi proprio grazie al volano del web: i ricavi del primo trimestre 2013 sono arrivati a quota 110,40 milioni (più 21,37% rispetto allo stesso periodo del 2013) e il margine operativo lordo ha toccato quota 6,04 milioni (più 13,08% su base annua).

In più l'azienda, secondo quanto hanno scritto gli analisti finanziari di Equita Sim, avrebbe un margine di crescita nelle vendite dell'88% da qui al 2015. Un boccone prelibato per il prprietario di Lvmh che potrebbe anche facilmente sfruttare una situazione azionaria molto parcellizzata che allo stato attuale vede l'azionista di maggioranza rispondere al nome di Bunderton Capital (7,61%) seguito dal fondatore Marchetti (6,95%) e da Oppenheimer funds (6,19%). Due fondi fra i primi tre grandi soci che di fronte a un'offerta cash allettante farebbero molta fatica a dire di no.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
made in italylvmhyoox
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.