A- A+
Economia
Mediobanca si rafforza nell'economia digitale: acquisita Arma Partners

Mediobanca punta su Arma Partners per rafforzare l’Advisory

Dalle parole ai fatti. L'istituto bancario Mediobanca, da sempre deciso a rafforzare il comparto digitale, ha finalizzato l'acquisizione di un accordo con i soci di Arma Partners LLP e US Arma Partners LP per acquisire Arma e dar vita a un franchise leader del settore nella propria divisione Corporate & Investment Banking.

Arma Partners - come ben sanno molti addetti ai lavori - è una società di consulenza finanziaria indipendente in Europa il cui target sono aziende, investitori e imprenditori attivi nell'Economia Digitale globale. Il servizio offerto ai propri clienti mette a disposizione quindi una consulenza in materia di Corporate Finance a società leader e a fondi di Private Equity, che affianca in tutte le fasi aziendali: dalla raccolta di capitali privati a supporto di realtà imprenditoriali in rapida crescita fino a complesse operazioni di cross-border M&A per investitori di Private Equity e società globali quotate.

Fondata nel 2003, Arma Partners ha sede a Londra con uffici anche a Monaco oltre a un presidio negli Stati Uniti, a cui si aggiungono collaborazioni con società di consulenza affiliate che operano in Giappone, Australia, Israele, Turchia e Brasile.

Leggi anche: Mediobanca, l'utile vola ai massimi. Nagel: "I tassi scenderanno a fine anno"

Come è stato chiarito dalla direzione, Arma Partners continuerà ad essere gestita - come società indipendente all'interno del Gruppo Mediobanca - da Paul-Noël Guély, che lavorerà in stretto coordinamento con Francisco Bachiller e Giuseppe Baldelli, Co-Head di Global Cib, con l’obiettivo di valorizzare le competenze distintive di Arma Partners nel campo della Digital Economy a beneficio di tutta la piattaforma Cib di Mediobanca

Mediobanca, le condizioni dell’investimento su Arma

Mediobanca verserà il corrispettivo in cash, di cui il 40% in fondi immediatamente disponibili al closing. La restante parte verrà rilasciata in quattro anni sulla base delle performance di Arma e potrà essere pagata in azioni Mediobanca. L’operazione, soggetta all’autorizzazione delle autorità competenti, avrà un impatto stimato sul CET1 ratio di Mediobanca di circa 30bps base 100% considerando l’importo differito pagabile in azioni. Sulla base degli utili dell’ultimo esercizio, la transazione sarà accrescitiva per l’Eps.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
advisoryarma partnersdigital economymediobanca





in evidenza
Affari in Rete

MediaTech

Affari in Rete


motori
CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.