A- A+
Economia

L'arrivo della Gdf nella sede di Milano di Merril Lynch per sequestrare 15 milioni di euro ritenuti dagli inquirenti "illecito profitto" su un'operazione in derivati realizzata col comune di Verona parte proprio da un'iniziativa dell'ente scaligero. A rivendicarlo il sindaco, Flavio Tosi. "Si e' trattato di un'iniziativa di questa Amministrazione, lunga e complessa perche' i contratti stipulati dalla precedente Amministrazione comunale con Merrill Lynch erano regolati dal diritto inglese, quindi con procedure estremamente complicate", ha detto.

"Ora siamo ancora in una fase iniziale, pero' il fatto che si sia arrivati al sequestro di questa somma significa che l'iniziativa del Comune nei confronti di Merrill Lynch non e' ritenuta infondata e fa sperare che ci possa essere una conclusione positiva della vicenda". "Siamo aperti anche ad una soluzione extra giudiziale - ha aggiunto Tosi - cosa avvenuta anche in casi analoghi. Se ci fosse l'ipotesi di una transazione positiva per la nostra Amministrazione comunale, la valuteremo senz'altro. Noi vogliamo l'interesse della comunita' e l'interesse della comunita' e' recuperare queste somme".

Tags:
merrul lynchsequestriderivati
i più visti
in evidenza
Festival Economia: "Professione Manager" Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Il direttore di affaritaliani a Trento

Festival Economia: "Professione Manager"
Perrino ospita Scaroni e Fiorani


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.