A- A+
Economia

 

 

nokia lumia 720Nokia Lumia 720

Microsoft ha concluso un accordo per acquisire le attivita' legate alla telefonia mobile della Nokia, compresi gli smartphone Lumia, per 5,44 miliardi di euro. L'annuncio e' stato dato dai due gruppi in una nota in cui si spiega che l'intesa diventera' operativa nel primo trimestre del 2014 dopo il via libera degli azionisti di Nokia e delle autorita' di regolamentazione.

Il colosso di Redmond rilevera' le attivita' 'devices e service' della societa' finlandese, nonche' la licenza per i brevetti Nokia e l'uso dei servizi mappe. E' previsto che 32.000 dipendenti Nokia passino a Microsoft, compresi i 4.700 che lavorano in Finlandia e i 18.300 che si occupano nel mondo della produzione manifatturiera, dell'assemblaggio e del packaging.

L'attuale ad di Nokia, il canadese Stephen Elop, tornera' subito a lavorare per Microsoft, da dove arrivo' nel 2010, ed e' favorito per succedere a Steve Ballmer che lascera' la guida del gruppo di Redmond entro i prossimi 12 mesi. Al suo posto il timone della Nokia sara' preso temporaneamente dal presidente del gruppo, Risto Siilasmaa.

Da mesi circolavano voci su una vendita di Nokia che, sotto pressione per la concorrenza degli I-phone della Apple e dei Galaxy della Samsung, era stata descritta da Elop come una compagnia che siede su "una piattaforma in fiamme". Nel 2012 il gruppo finlandese aveva perso dopo 14 anni il suo primato mondiale nelle vendite di cellulari, superato da Samsung. Microsoft versera' 3,79 miliardi di euro per avere il controllo della divisione 'Devices & Services' di Nokia e 1,65 miliardi di euro per la licenza dei brevetti Nokia.

 

Steve Ballmer Microsoft1 18Steve Ballmer

Un affare che consentira' al gruppo di allargare le attivita' dal tradizionale settore dell'informatica e dei servizi per entrare appieno nel redditizio mercato della telefonia mobile. "E' un passo nel futuro, vantaggioso per i dipendenti, gli azionisti e i clienti di ambedue le societa'", ha assicurato l'amministratore delegato di Microsoft, Ballmer, spiegando che "oltre all'innovazione e alla forza nei telefoni, Nokia porta con se' una dimostrata capacita' e talento in aree cruciali quali il design dell'hardware, il management della manifattura e degli approvvigionamenti, le vendite di hardware, il marketing e la distribuzione".

A favorire l'incorporazione della struttura Nokia in Microsoft sara' la consolidata partnership tra i due gruppi. "Le attivita' che si prevede saranno trasferite a Microsoft hanno generato 14,9 miliardi di euro, o circa il 50% delle vendite nette di Nokia per l'intero 2012", si legge nella nota.

Con l'accordo Microsoft acquista la divisione Nokia Smart Devices, incluso il marchio Lumia, ma anche la divisione Mobile Phones, che nel secondo trimestre 2013 ha registrato vendite per 53,7 milioni di unita'. Microsoft acquistera' il marchio Asha e avra' in licenza il marchio Nokia. Nokia continuera' ad avere e gestire il marchio Nokia. Il gruppo finlandese manterra' il proprio portafoglio brevetti e garantira' a Microsoft una licenza di 10 anni sui suoi brevetti. Microsoft rendera' immediatamente disponibile per Nokia un finanziamento da 1,5 miliardi di euro in tre tranche da 500 milioni di euro di obbligazioni convertibili. Microsoft annuncia inoltre che ha scelto la Finlandia come base per il suo nuovo data center per i clienti europei.

Immediata la reazione dei mercati. In avvio di contrattazioni il titolo Nokia vola e guadagna quasi 50 punti percentuali per chiudere con un +40% nel finale.

Tags:
microsoftlumianokiabill gates

i più visti

casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.