A- A+
Economia
Si perdono e costano troppo: addio alle monete da 1 e 2 centesimi

Il 70% delle monete di rame si perde. Finisce chissà dove. Valgono uno e due centesimi ma produrle costa 4,5 e 5,2 centesimi. E così la Camera ha approvato una mozione di Sel per chiedere la sospensione delle monetine.

Nulla di definitivo: la palla passa al governo. Ma Renzi e i suoi ministri non potranno certo ignorare il consenso unanime del Parlamento. Difficile abbiano intenzione di farlo: il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti ha espresso parere favorevole, impegnando "il Governo ad assumere iniziative a livello nazionale ed europeo perché vengano attuate politiche di contenimento della spesa, esaminando l'opportunità di introdurre misure finalizzate a ridurre in maniera significativa la domanda di monete di 1 e 2 centesimi analogamente a quanto avvenuto in stati membri dell'Unione europea e previa valutazione dell'impatto delle misure sull'inflazione”.

Il voto favorevole è arrivato anche dal Movimento 5 Stelle, nonostante le critiche del deputato grillino Manlio Di Stefano, che ha bollato il provvedimento come "una cazzata", assai meno importante rispetto a provvedimenti più urgenti.

DALLA LIRA ALL'EURO: GUARDA LA GALLERY

Tags:
moneteeurocentesimi
i più visti
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.