A- A+
Economia
mps

 

"Mps vale un centesimo". E' il target price fissato da Exane, broker di Bnp Paribas. Dopo i risultati del 2012, diffusi venerdì, che hanno fatto segnare un rosso da 3,7 miliardi, Rocca Salimbeni cade in borsa, affossata dalla raffica di tagli al prezzo di riferimento. A fine giornata chiude a -2,81% contenendo le perdite. Oltre a Exane, che ha sforbiciato il 44%, si sono pronunciati anche gli analisti di Kepler (target price ridotto da 0,22 a 0,13 euro mentre) e Deutsche Bank (da 0,18 a 0,15 euro).

Secondo il broker francese, Mps non sarà in grado di camminare senza l'aiuto dello Stato fino alle 2019. Per altri sei esercizi, quindi, la banca non potrà distribuire dividendi. Una certificazione di debolezza cui Piazza Affari ha risposto infliggendo un calo superiore al 7% (chiusura a -2,81%) e spingendo il prezzo delle azioni vicino 0,17 euro. La Consob è intrvenuta vietando le vendite allo scoperto fino alle 14.30 di mercoledì. Il divieto - spiega la Consob - è stato adottato "tenuto conto della variazione di prezzo registrata oggi dal titolo, superiore alla soglia del 10%" e riguarda le vendite allo scoperto sul titolo Mps "assistite dalla disponibilità dei titoli". In questo modo "viene estesa e rafforzata la portata del divieto di vendite allo scoperto nude, già in vigore per tutti i titoli azionari dal primo novembre scorso in virtù del regolamento comunitario".

Pesa anche la dettagliata e severa relazione per gli azionisti in vista dell'assemblea del 29-30 aprile. Viola e Profumo accusano senza mezzi termini Nomura, Vigni e Mussari e fa emergere alcuni particolari riguardo agli effetti generati da Santorini e Alexandria: "Anzitutto - si legge nella relazione - le operazioni hanno avuto un'incidenza negativa sui requisiti patrimoniali della banca", costringendo Mps a metteci un pezza con i Monti bond. Fin qui, nulla di nuovo. La nuova dirigenza, però, ha registrato anche un "danno reputazionale che si è immediatamente tradotto in pregiudizi di ordine patrimoniale, tra cui in particolare il ritiro di depositi per alcuni miliardi". Anche se per un ammontare non quantificato dall'istituto, Montepaschi certifica una mini-fuga dei correntisti, spaventati dalle notizie sulla banca.

 

 

 

Tags:
montepaschiexanebanche
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.