A- A+
Economia
Moody's gela il governo: Italia rischia crescita zero nel 2015

L'Italia rischia una crescita zero nel 2015. Lo scrive Moody's nel suo Global Macro Outlook, che stima una crescita per il nostro paese tra -0,5% e +0,5% per l'anno prossimo. Nel suo Outlook dello scorso anno Moody's aveva previsto una crescita tra -0,3% e +0,5%.

"Le riforme economiche realizzate nei paesi periferici - si legge nel rapporto - e piu' di recente in Italia e Francia avranno un impatto positivo ma graduale". "Nel breve termine - si legge - ci aspettiamo ulteriori aumenti della disoccupazione nei paesi piu' deboli dell'Eurozona, come Francia e Italia, che indeboliranno i consumi e prolungheranno la crescita molto bassa".

Moody's "non prevede un rimbalzo significativo" di crescita del Pil glabale nei prossimi due anni, a causa del graduale rallentamento in Cina e degli "impedimenti strutturali alla crescita" nell'area euro e delle difficolta' in Brasile e Sudafrica. Per il 2014 Moody's prevede che la crescita nell'area euro si arresti a +0,7% per risalire a +1,3% nel 2015 e 2016.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
moody'sripresacrisi
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.