A- A+
Economia
Mps, la procura Firenze apre fascicolo su partecipazione Aleotti

La procura di Firenze ha aperto un fascicolo sull'acquisto del 4% di Banca Mps da parte della famiglia Aleotti, avvenuto nel marzo 2012. Attualmente la famiglia Aleotti, proprietaria della Menarini farmaceutici, ha ridotto all'1% la sua partecipazione nella banca senese. L'ipotesi della procura, che ha anche chiesto e ottenuto di svolgere una rogatoria in Svizzera, e' che i 178 milioni spesi per acquistare il 4% di Mps provengano dai fondi che, a detta dei pm fiorentini, sarebbero stati accumulati con una truffa sui principi attivi dei farmaci.

"Siamo dispiaciuti ed amareggiati. Il nostro investimento in Mps e' avvenuto per supportare con la nostra visione industriale la terza banca italiana, fortemente legata al territorio toscano dove abbiamo la nostra testa e il nostro cuore e al cui rilancio teniamo particolarmente". E' quanto rende noto in un comunicato la famiglia Aleotti,. "E' stata un'operazione totalmente alla luce del sole - prosegue la nota - comunicata ufficialmente alla Consob e agli organi di stampa".

Tags:
mpsaleottiprocura
i più visti
in evidenza
Leao perde la causa milionaria Pagherà 20 mln di risarcimento

Chiuso il caso con lo Sporting

Leao perde la causa milionaria
Pagherà 20 mln di risarcimento


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.