A- A+
Economia
Nestle

Il mercato è mio e lo gestisco io. Secondo il Competition Bureau, l'equivalente canadese dell'Antitrust, i big del settore alimentare Nestlé e Mars si sarebbero accordati per tenere artificialmente alto il prezzo del cioccolato prodotto. Un cartello del cacao che ha coinvolto non solo le due multinazionali, ma anche il gruppo americano Hershey e il distributore canadese Itwal. Un modo per aumentare i profitti di Twix, Kit Kat, Bountye Snickers, anche se, vista la complessità del mercato, non è ancora stato stimato il costo aggiuntivo derivato dall'accordo.

La presunta frode sarebbe durata dal 2002 al 2008, ha spiegato il portavoce del Bureau Pierre-Yves Guay. Nestlé, Mars e Itwal potrebbero pagare caro, con una multa da 10 milioni di dollari. Ma soprattutto potrebbero pagare i vertici delle società.   Robert Leonidas e Sandra Martinez, ex manager di Nestlé e David Glenn Stevens, Ceo di Itwal rischiano fino a 5 anni di carcere.

Più morbida pare essere la situazione di Hershey. Per diverse ragioni: il gruppo ha collaborato all'inchiesta e, nella prossima deposizione fissata per il 21 giungo, dovrebbe dichiararsi colpevole, ammettendo il coinvolgimento nel cartello. La società ha specificato che il reato commesso sarebbe imputabile solo alla sua controllata canadese, senza toccare i vertici americani e non coinvolgerebbe l'attuale management. La collaborazione di Hershey potrebbe portare a identificare un quinto complice. Il Bureau sta approfondendo il suo ruolo, ma per ora ha preferito non diffondere il suo nome.  

Nestlé punta a provare la propria innocenza. Se Hershey si è dichairato colpevole, Nestlé ha promesso di "difendersi vigorosamente" contro le accuse.

Tags:
cacaonestlèmars
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.