A- A+
Notizie dalle Aziende
Assolombarda, Milano & Partners. Brunini (Sea): ”La fiducia deve tornare a volare"

Assolombarda e Milano & Partners: “Your next Milano”, l’evento con imprese, istituzioni ed esperti per la ripartenza di Milano

Si è tenuto questo pomeriggio “Your next Milano”, l’evento organizzato da Assolombarda in collaborazione con Milano & Partners per riflettere sul futuro della città di Milano. L’evento è stato trasmesso in live streaming sul web-magazine di Assolombarda Genio & Impresa e ha visto le imprese dialogare con istituzioni ed esperti. Monica Maggioni (Giornalista Rai) ha intervistato: Valeria Negri (Direttore Centro Studi Assolombarda), Alice Gambarin (Senior Economist Oxford Economics), Aldo Bonomi, (Sociologo), Fabio Benasso (Presidente e AD Accenture Italia e Vice Presidente Assolombarda), Enrico Martines (Direttore Sviluppo e Innovazione Hewlett Packard Enterprise), Lorenzo Maternini (Cofounder Talent Garden), Laura Rocchitelli (Presidente Gruppo Rold e Presidente Gruppo Meccatronici Assolombarda), Sergio Zocchi (AD October Italia), Mario Abbadessa (Senior Managing Director & Country Head Hines Italy), Giuseppe Bonomi (AD Milanosesto), Armando Brunini (AD Sea Aeroporti di Milano), Michela Matteoli (Direttore Istituto di Neuroscienze CNR e Coordinatore Humanitas Neuro Center), Gianluca Scavo (AD Aim Group International e Presidente Gruppo Turismo Assolombarda), Alessandro Spada (Presidente Assolombarda), Giuseppe Sala (Sindaco di Milano).

Le tematiche affrontate hanno spaziato dalla composizione sociale della città, al lavoro, alla mobilità urbana, fino agli investimenti per attrarre giovani talenti, capitali e turisti.

Nel corso dell’evento sono stati presentati i dati sull’andamento economico di Milano nel 2020 e le proiezioni del 2021, elaborate dal Centro Studi di Assolombarda, oltre alle previsioni economiche 2021-2025 di Oxford Economics.

Nel suo intervento Alessandro Spada, Presidente Assolombarda, ha dichiarato: “Milano è una città piena di vitalità e di grandi capacità. L’anno di Covid ci ha purtroppo mostrato il volto più triste della nostra città. Una città che per la prima volta abbiamo trovato svuotata. Abbiamo imparato però a convivere con le grandi sfide globali e i rischi sistemici. Abbiamo capito, soprattutto, che è nostro dovere accorciare le filiere, è nostro dovere ricercare l’unità per riuscire a far sistema e a fare impresa. L’impresa oggi è infatti un dovere che ci chiama ad avere una forte partnership con tutti gli attori della città. Noi ci siamo e oggi vogliamo dare inizio a questo nuovo percorso. Sarà una Milano diversa ma questo non ci spaventa. Il nostro DNA ci permette da sempre di trasformare le crisi in un’opportunità. Sono infatti convinto che noi imprese saremo capaci di reinventarci una nuova Milano per quelle che sono le nuove esigenze che vi vengono oggi richieste”.

Assolombarda e Milano & Partners. L'intevista a Armando Brunini, AD di Sea, di Affaritaliani.it

Le parole di Armando Brunini, AD di Sea, ad Affaritaliani.it: “L’obiettivo di Sea è far tornare la fiducia a volare, ovviamente sappiamo che bisogna aspettare il momento giusto. Il lavoro in questa fase è assicurare protocolli sanitari rigorosissimi per chi oggi vola – perché comunque qualcuno vola per necessità e deve sentirsi sicuro- e stiamo anche lavorando tanto per dei voli Covid tested per creare dei corridoi sanitari e quindi riuscire a convivere con il virus in sicurezza su delle tratte selezionate. Questo per il breve periodo, evidentemente poi dovremo aspettare la fine della pandemia per essere pronti invece a una ripartenza, a un rialzo più forte, veloce e vigoroso. Credo che la ripartenza di Milano sia tanto legata alla ripartenza degli aeroporti perché la funzione principale degli aeroporti è connettere territori col mondo. Milano è la città più globale d’Italia, rappresenta una delle aree più dinamiche d’Europa,  quindi in un mondo globale deve essere connessa col resto del mondo: credo che la ripartenza di Milano e la ripartenza dei suoi aeroporti vadano a braccetto. Le previsioni 2021 non sono buone, siamo partiti con una pandemia in pieno corso, siamo viaggiando adesso a -85%. Chiaramente un’azienda che perde l’85% del suo fatturato nei primi mesi non può essere in particolare buona salute economica. Vediamo come va l’estate, ovviamente c’è la speranza che rallenti la presa del virus e consenta se non altro una parziale ripresa. Noi ci auguriamo un 2021 un po’ meglio del 2020, ma ci aspettiamo ancora di finire in perdita. Dobbiamo ancora chiudere il bilancio 2020 ma è stato un anno di pesanti perdite: è successo nella storia di Sea, è una società che è stato profittevole quindi è entrata solida nella crisi e  mantiene la sua solidità, però anche il 2021 verosimilmente sarà un anno di perdite”.

Assolombarda e Milano & Partners. I dati emersi sull'andamento economico 2020 e le proiezioni 2021

Nel 2020 il PIL di Milano ha registrato una caduta senza precedenti: sfiora il -11% in termini di valore aggiunto, più che in Italia e in Lombardia. Uno shock economico dovuto non solo all’elevata diffusione dei contagi ma anche correlato alla struttura produttiva della città, più orientata ai servizi, che ha patito maggiormente le limitazioni imposte dalla pandemia. Oggi le conseguenze del Covid, anche a livello sociale, accentuano la necessità di riprogettare la crescita della città nei prossimi anni, ridefinendo gli equilibri interni a Milano e con i territori circostanti. Investendo sulla ripresa economica e sul lavoro attraverso una rinnovata lettura del proprio posizionamento nel network globale. Ripensando e potenziando il proprio modello di attrattività verso imprese, giovani, talenti, capitali e turisti, Così riparte Milano, dai suoi fondamentali, investendo sui suoi asset strategici come il lavoro, la mobilità, l’attrattività, l’inclusione.

L’andamento economico e le previsioni dei prossimi anni, elaborate e presentate dal Centro Studi di Assolombarda e da Oxford Economics, evidenziano che il 2021 sarà un anno di rimbalzo (+5,3% a Milano) anche se il recupero dei livelli pre-pandemia si stima avverrà solo nel 2023, raggiungendo entro il 2025 una crescita di PIL del +6% rispetto al 2019. Le stime, inoltre, raccontano di impatti e tempi di recupero estremamente diversi tra settori. Il manifatturiero (-9,5% della produzione, -7,9% del fatturato nel 2020 e -14% di export nei primi 9 mesi dell’anno) e i servizi alle imprese (-10% di fatturato nei primi 9 mesi del 2020) chiudono l’anno con perdite di produzione e fatturato importanti ma più contenute di quelle registrate dal commercio al dettaglio (-21% di fatturato escluso l’alimentare, da gennaio a settembre), dai servizi alla persona (-30% di fatturato nei primi nove mesi), dalla ristorazione e dall’hotellerie (-41% di fatturato tra gennaio e settembre).

Commenti
    Tags:
    assolombardamilano & partnersassolombarda your next milanobrunini sea aereoportisea aereoporti milanoassolombarda eventoassolombarda beppe salaassolombarda alessandro spadaassolombarda news 2021brunini
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Claudio Baglioni compie 70 anni I fan gli dedicano un murales

    Roma

    Claudio Baglioni compie 70 anni
    I fan gli dedicano un murales


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    L 'Abarth 1000 SP degli anni sessanta rinasce sotto forma di una one-off

    L 'Abarth 1000 SP degli anni sessanta rinasce sotto forma di una one-off

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.