A- A+
Notizie dalle Aziende
Novartis Italia: partnership con Pfizer-BioNTech e 74 milioni di investimenti

Per fare fronte alle nuove sfide imposte dalla pandemia di Covid-19, Novartis dà il via a una partnership con Pfizer-BioNTech per la produzione dei vaccini. La campagna “Novartis per un’Italia a prova di futuro” evidenzia l'impegno dell'azienda in una serie di interventi rivolti alla gestione dell’emergenza, a favore delle comunità territoriali, dei pazienti e degli operatori sanitari, oltre a programmi finalizzati alla ricostruzione del paese nel post-emergenza. 

Novartis a sostegno di chi è in prima linea contro il Covid-19

Tra i primi interventi, la donazione alla Croce Rossa Italiana - Lombardia di 720.000 euro e quella di un milione di euro alla Regione Campania, un servizio di consegna a domicilio di farmaci, l’accesso alle proprie risorse informative per raccogliere le evidenze scientifiche disponibili sul Covid-19. È stato inoltre avviato “People in Science – Scienza da vivere”, un ampio programma di valorizzazione della cultura scientifica nel nostro paese, rivolto soprattutto ai giovani, che si avvale anche della collaborazione con il MiBACT (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo). Segnali concreti di un impegno sociale che Pasquale Frega, Country President e Amministratore delegato di Novartis in Italia, spiega così: “Noi stiamo facendo la nostra parte. Le istituzioni devono fare altrettanto. Nelle dichiarazioni del Presidente Draghi, l’approccio del nuovo governo nei confronti della ricerca scientifica e del rafforzamento dell’intero sistema-salute appaiono promettente.  Mi auguro che questo preluda alla definizione di una solida e duratura strategia a sostegno della nostra innovazione e che questa abbia finalmente lo spazio che merita, potendo esprimere tutte le sue potenzialità al servizio di una crescita sostenibile del Paese”. 

Vaccini anti-Covid19: l'accordo tra Novartis e Pfizer-BioNTech

“A livello globale, Novartis sta partecipando alla grande iniziativa della Melinda & Bill Gates Foundation, che coinvolge le più grandi aziende farmaceutiche mondiali, per accelerare lo sviluppo di trattamenti innovativi e vaccini anti-Covid e renderli accessibili in tutto il mondo”, precisa Frega. “Nell’ambito di questo grande sforzo collettivo, recentemente abbiamo siglato un accordo per supportare la produzione del vaccino Pfizer-BioNTech, mettendo a disposizione i nostri impianti di produzione di Stein, in Svizzera. L’inizio della produzione è previsto nel secondo trimestre 2021, la spedizione del prodotto finito per la distribuzione ai clienti dei sistemi sanitari di tutto il mondo avverrà nel terzo trimestre”.

Novartis sceglie uno storytelling innovativo con il cortometraggio “Reimagine”

Nell'ambito del programma “People in Science – Scienza da vivere” è stato inoltre prodotto “Reimagine”, cortometraggio realizzato da Novartis e One More Pictures. Presentato mercoledì 24 febbraio a Roma presso la sede dell’ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali), “Reimagine” vede alla regia Gianluca Mangiasciutti e un cast di alto livello, del quale fanno parte tra gli altri Federico Ielapi, Rocío Muñoz Morales e Brenno Placido. In dieci minuti ad alta intensità emotiva, il cortometraggio dà volto e voce all’esigenza di ristabilire un rapporto di fiducia tra opinione pubblica e cultura scientifica, nella consapevolezza che proprio l'emergenza pandemica ha messo in risalto il ruolo chiave che l’industria farmaceutica svolge nella tutela della salute, della ricerca e dell’innovazione, in partnership con il settore pubblico. Novartis ha scelto di raccontare il suo impegno con un progetto nuovo per concezione e forma espressiva, con un linguaggio forte e non convenzionale, che coinvolga l’ampio pubblico. La scelta di ricorrere all'insolito formato del cortometraggio viene così spiegata da Frega: “La risposta può essere sintetizzata in tre parole: fiducia, orgoglio, cultura. La fiducia è quella che vogliamo costruire (o ricostruire) con i cittadini e l’opinione pubblica, l’orgoglio è quello di appartenere a un settore, quello farmaceutico, che dimostra di saper dare un grande contributo alla collettività. La cultura dell’innovazione è la leva per la alleanza verso la rinascita”.

Gli obiettivi di “People in Science – Scienza da vivere”

“Quello che serve ora è impegnarsi per costruire un ambiente culturale e psicologico nel quale le motivazioni e i metodi del nostro lavoro siano condivisi e acquistino senso per tutti”, prosegue Frega. “Come Novartis lo stiamo facendo. Abbiamo per esempio dato vita a un ampio programma, People in Science - Scienza da vivere, che intende sostenere, in diversi modi e con diversi partner, una diffusione dell’alfabetizzazione scientifica nella nostra comunità nazionale. Soprattutto tra i giovani, che in quest’ambito soffrono di uno storico gap rispetto ai loro coetanei europei. È un programma ambizioso, che ha trovato un interlocutore attento nel Ministero dei Beni Culturali, con il quale stiamo varando una serie di iniziative a supporto della science literacy”.

L'impegno di Novartis per la diffusione della science literacy

“Il mondo della ricerca, e con esso anche le aziende farmaceutiche che ne fanno parte, e l’opinione pubblica devono tornare a parlarsi, senza pregiudizi: questa è una delle grandi lezioni che abbiamo tutti imparato con l’esperienza della pandemia, e noi siamo in prima linea nel promuovere questo dialogo”, chiarisce Pasquale Frega. “Riconoscere il valore della ricerca farmaceutica è un requisito fondamentale non solo per la salute pubblica, ma per la stessa crescita civile e sociale del paese e raggiungere questo obiettivo è oggi per noi una priorità. La diffusione di una science literacy, soprattutto tra i giovani, è parte integrante dell’impegno che la nostra azienda, e l’intero settore farmaceutico, destinano alla crescita della società. 'Reimagine', che parla al cuore non meno che alla testa dello spettatore, va in questa direzione, mostrandoci come l’innovazione farmaceutica sia molto vicina alla vita, ai sentimenti, ai bisogni più autentici di ciascuno di noi”.

Novartis investe 74 milioni di euro nella ricerca clinica in Italia

Nel panorama farmaceutico internazionale, Novartis è tra le aziende che investono di più in Ricerca & Sviluppo, ed è uno dei protagonisti dell’innovazione in molte delle maggiori aree terapeutiche. Con investimenti per ben 74 milioni di euro nel 2021, Novartis Italia svolge un ruolo di rilievo nello sviluppo clinico, la fase conclusiva del processo di ricerca farmaceutica, decisiva per la validazione e la conseguente approvazione delle terapie innovative. Gli investimenti saranno destinati ai 207 programmi di studio attualmente in corso. Nel triennio, in quest’area sono previsti investimenti per 250 milioni di euro. “L’impegno nell’innovazione è fondamentale per la tutela della salute pubblica, anche per contrastare le pesanti ripercussioni che la pandemia e i lockdown hanno avuto sulla cura e la prevenzione delle patologie più diffuse. In ambito cardio-respiratorio, per esempio, nei primi 10 mesi del 2020 si sono contate 500mila diagnosi e 1,5 milioni di visite specialistiche in meno rispetto al 2019; in oncologia le nuove diagnosi sono crollate dell’11% e l’avvio di nuovi trattamenti del 14%”, spiegano dall'azienda.

“La priorità assoluta è permettere ai pazienti di tornare alle cure”

Pasquale Frega specifica che “mettere i pazienti in condizione di tornare alle cure è oggi una priorità assoluta ed è questa la ragione per cui, attraverso l’innovazione, siamo impegnati a individuare e realizzare nuove soluzioni in grado di rispondere alle esigenze dei pazienti in una situazione che è andata rapidamente cambiando. Vanno in questa direzione sia il nostro forte sostegno alla trasformazione digitale della medicina, con lo sviluppo di piattaforme avanzate di intelligenza artificiale, sia l’impegno per contribuire a rendere più efficace l’azione del sistema sanitario, attraverso percorsi di cura più semplici, riequilibrando i gap tra aree geografiche, promuovendo la continuità tra ospedali e territorio per migliorare tempi di diagnosi e percorsi terapeutici”. Il valore dell’impegno di Novartis nella ricerca, viene valorizzato ulteriormente all’interno del 19° Rapporto nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei medicinali in Italia, con i dati relativi al 2019 pubblicato da AIFA in cui Novartis compare al primo posto nella classifica delle dieci aziende cliniche in Italia. 

 

Commenti
    Tags:
    novartis italia: partnership con pfizer-biontech e 74 milioni di investimenti
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    “Elisabetta rifatti una vita…” Filippo, il web sdrammatizza

    Cronache

    “Elisabetta rifatti una vita…”
    Filippo, il web sdrammatizza


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Nuova CLS: look più sportivo e stile tailor made

    Mercedes Nuova CLS: look più sportivo e stile tailor made

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.