A- A+
Economia
Nuova organizzazione per l'Eni: ecco la squadra di Descalzi

Eni ha definito una nuova struttura organizzativa al fine di massimizzare il valore della propria strategia, basata sulla crescita selettiva nel settore upstream e sul recupero di profittabilità nei settori mid-downstream.

La nuova struttura prevede il superamento del modello divisionale, sostituendolo con un modello integrato, fortemente focalizzato sugli obiettivi industriali. Pertanto, le attività delle divisioni E&P e R&M  e le società Versalis e Syndial confluiranno nelle seguenti unità di business.

L'area Exploration è stata affidata a Luca Bertelli, quella Development, Operations and Technology a Roberto Casula. Upstream ad Antonio Vella, il Midstream a Marco Alverà e il Downstream a Savatore Sardo. 

Tutte le funzioni di servizio al business saranno centralizzate, con massimo beneficio in termini di efficienza e capacità esecutiva. Il nuovo modello organizzativo ha l'obiettivo di semplificare i processi decisionali; focalizzarsi  sulle attività del core business; valorizzare le competenze tecniche; aumentare l’efficienza nei settori Downstream e Industrial e massimizzare le sinergie delle funzioni di supporto.

Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni, ha commentato: “L’obiettivo di questa riorganizzazione è quello di mettere a fattor comune tutte le risorse di eni, accorciando le linee di contatto, evitando duplicazioni e trasformando eni in una società operativa. Questo favorirà la massima efficienza nei tempi, nei costi e negli investimenti, e ci permetterà di rispondere in modo rapido e flessibile alle sfide di business che stiamo affrontando”

Il nuovo modello organizzativo verrà reso operativo nelle prossime settimane. Coerentemente con questa struttura, dall’inizio del 2015 Eni modificherà anche il reporting finanziario, presentando i risultati per i settori Upstream, Midstream, Downstream.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre confermato, previo parere favorevole del Collegio Sindacale e sentito il Comitato per le Nomine, Massimo Mondazzi Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari ai sensi dell'art. 154-bis del D.lgs. n. 58 del 1998 e, previo parere favorevole del Comitato Controllo e Rischi e sentiti i pareri del Collegio Sindacale e del Comitato per le Nomine, Marco Petracchini Responsabile Internal Audit.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre nominato, con il parere favorevole del Collegio Sindacale e sentito il Comitato per le Nomine, i seguenti componenti dell'Organismo di Vigilanza ex D.lgs. n. 231 del 2001: Attilio Befera, componente esterno con funzione di Presidente; Ugo Draetta e Claudio Varrone componenti esterni; e ha confermato come componenti interni Massimo Mantovani, Direttore Affari Legali, Marco Petracchini, Direttore Internal Audit e Fabrizio Barbieri, Direttore Risorse Umane e Organizzazione.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
enigovernanceenergia
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.