A- A+
Economia

 

 

industria25 02

L'Italia è il paese del G20 che ha registrato il maggior calo tendenziale del Pil nel secondo trimestre, con una flessione del 2,1% rispetto all'analogo periodo del 2012.

E' quanto emerge dai dati diffusi dall'Ocse. All'altro estremo della classifica troviamo invece la Cina, la cui economia e' cresciuta del 7,5% tendenziale nel secondo trimestre.

L'organizzazione di Parigi sottolinea però come i dati congiunturali segnalino un rallentamento della recessione: il Pil italiano, contrattosi per l'ottavo trimestre consecutivo, risulta infatti sceso dello 0,3% rispetto al primo trimestre del 2013, quando l'economia era arretrata dello 0,6%. In generale, sottolinea l'Ocse, la crescita del Pil e' risultata in miglioramento in tutte le maggiori economie mondiale, a fronte di un marginale rallentamento in Canada, Giappone e Messico, l'unico Paese, insieme all'Italia, ad assistere a una contrazione congiunturale (-0,7%).

A crescere di più rispetto al precedente trimestre è invece la Turchia (+2,1% a fronte del +1,5% del primo trimestre), seguita dalla Corea del Sud (+1,1% a fronte dello 0,8% del primo trimestre. L'economia dell'intera area G20, infine, risulta cresciuta dello 0,9% trimestrale e del 2,6% su base annuale, in accelerazione rispetto ai dati del primo trimestre (+0,6% congiunturale e +2,2% tendenziale).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pilocseg20
i più visti
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”


casa, immobiliare
motori
In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.