A- A+
Economia
Le quote rosa? Una miraggio ai vertici della PA. Non all'Inail

Nella PA la presenza femminile sarà pure un miraggio, come certificato dalla UilPa (sindacato Uil del pubblico impiego) secondo cui i dirigenti di prima fascia di sesso maschile costituiscono oltre il 90% del totale complessivo, ma non all'Inail. L'istituto presieduto da Massimo De Felice  può infatti vantare una presenza femminile che nei ruoli di vertice arriva a quasi il 30% (27,27% ) nella prima fascia e a quasi il 40 (38,51%) nella seconda fascia. Meglio sul territorio, dove si conta una percentuale di presenza femminile del 42,8 % con una responsabilità di 9 strutture su 21.

Infatti, a fronte di 21 strutture regionali/provinciali (18 Direzioni Regionali, Sede Regionale di Aosta, Direzioni Provinciali di Trento e di Bolzano), si registra la presenza di 1 Direttore Provinciale e di 6 Direttori Regionali donna, 2 dei quali hanno anche la reggenza di Direzioni Regionali limitrofe.

Infine, il coordinamento generale di 2 delle 4 Consulenze professionali centrali è affidato alla responsabilità di valenti professioniste, con una percentuale di presenza femminile del 50%. Si tratta, come evidente, di percentuali importanti, certamente suscettibili di incremento, che possono rappresentare un punto di riferimento per molte amministrazioni e per tanti enti e organismi pubblici e privati.

Tags:
painail
i più visti
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani


casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.