A- A+
Economia
Effetto Francesco, Kia fa il botto. Il Papa fa aumentare le vendite

La visita del Papa in Corea ha fatto bene alla Kia, che ha registrato un boom di vendite. Abbandonando la sua tradizionale Papamobile Mercedes-Benz M-Class in favore di un modello più locale e discreto, Papa Francesco sembrava davvero felice. Per tutta la durata del suo soggiorno in Corea del Sud, il Pontefice ha salutato la folla a bordo di una seconda generazione di Kia Soul. E anche se questa decisione è stata motivata da un desiderio di discrezione del Santo Padre, la casa automobilistica coreana ne ha beneficiato.

La Kia ha detto di non aver usato l'immagine papale per farsi pubblicità, ma si frega le mani dopo la visita di Francesco. Le vendite e gli ordini sono effettivamente aumentati vertiginosamente. Fino alla visita di Papa Francesco, Kia aveva registrato una ventina di vendite del modello Soul al giorno in media. Questa cifra è salita a più di 32 vetture, mentre il Papa era presente in Corea del Sud, un numero che è esploso l'ultimo giorno del viaggio del Pontefice raggiungendo un livello record di 52 vetture vendute nel corso della giornata.

Kia è stato così l'unico tra i gruppi automobilistici a crescere nel mese di agosto, tipicamente un mese tranquillo. Il successo, però, potrebbe essere di breve durata, perché l'azienda coreana ha annunciato che non utilizzerà l'immagine del Papa in futuro, soprattutto all'estero e in Francia, dove la Soul è disponibile in due modelli.

Tags:
kiapapacorea
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.