A- A+
Economia
Parmalat

"Abbiamo chiesto la revoca del consiglio di amministrazione e la nomina di un amministratore giudiziario" per Parmalat. Lo ha affermato il procuratore di Parma, Gerardo Laguardia, in una pausa dell'udienza al Tribunale di Parma del procedimento civile che era stato aperto per chiedere una ispezione al gruppo di Collecchio sull'acquisto di Lactalis Usa (Lag).

La procura è quindi andata oltre "la richiesta di ispezione", ha spiegato Laguardia. La procedura civile in corso, infatti, era stata aperta per chiedere una ispezione in Parmalat per valutare la correttezza del'acquisizione da parte di Lactalis Usa, valutata poco più di 950 milioni di dollari.

Secondo l'accusa è un'operazio che nasconderebbe un trasferimento di cassa da Parma alla controllante francese che fa capo alla famiglia Besnier. La richiesta di ispezione resta. Ma si aggiunge anche quella di revocare il cda e di nominare un amministratore giudiziario per il tempo necessario per arrivare all'annullamento o alla dichiarazione di nullità del contratto di acquisto della società Usa. Sulla richiesta della Procura dovrà decidere il presidente del Tribunale di Parma, Roberto Piscopo.

Tags:
parmalatlactalistatò
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.