A- A+
Economia
Pensioni, si lavora a un decreto. Niente rimborsi sopra i 4.000 euro


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Le parole del sottosegretario Enrico Zanetti sulle pensioni ("Impensabile e immorale rimborsare tutti") non sono soltanto un'uscita estemporanea del leader di Scelta Civica, ma nascondono e anticipano quello a cui il governo sta lavorando. Il buco per lo Stato dopo la sentenza della Corte Costituzionale supera i 16 miliardi di euro, come ha scritto per primo Affaritaliani.it. Una vera e propria "bomba termo-nucleare", spiegano fonti del Pd.

Che fare dunque? La Consulta - raccontano fonti vicine a Palazzo Chigi e a Via XX Settembre - non ha detto che i pensionati vanno rimborsati ma ha dichiarato incostituzionale una parte della contestata Legge Fornero. L'esecutivo, quindi, starebbe studiando un provvedimento riparatore che limiti l'ampiezza della platea alla quale ridare i soldi del mancato adeguamento all'inflazione deciso dal governo Monti. In sostanza, si tratterebbe di un decreto che vissa un tetto (l'ipotesi più probabile sono i 4.000 euro lordi al mese) sopra il quale lo Stato non restituirà nulla. Per gli altri verrà previsto il rimborso a rate, almeno tre o quattro di cui soltanto la prima quest'anno.

Per ora si tratta di ipotesi alle quali stanno lavorando i tecnici del ministero dell'Economia. L'obiettivo è quello di non sforare i parametri Ue e di scongiurare le clausole di salvaguardia, ovvero l'incremento dell'Iva dal primo gennaio 2016. Per fare questo occorre che il buco per i conti pubblici non sia superiore ai 5 miliardi di euro.

Tags:
pensioniconsultarimborso
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.