A- A+
Economia

Salari inferiori alla media, contributi previdenziali ed età pensionabile al top e pensioni da fame per precari. Non è certo un ritratto positivo quello tracciato dall'Ocse. L'organizzazione internazionale conferma che la riforma Fornero "garantirà la sostenibilità economica" del sistema, ma nasconde alcuni squilibri. Espone "a rischio povertà" chi non ha un posto di lavoro fisso. Porta l'età pensionabile in vetta alla classifica mondiale. E non cancella il dislivello tra contributi previdenziali (altissimi) e salari (inferiori alla media). Anche per le retribuzioni, a pagare sono i più giovani: quella degli over 65 resta tra le più alte tra i Paesi Ocse.  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pensioniocseforneroprecari
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.