A- A+
Economia
Pmi, taglia bollette in cdm entro giugno. E Guidi rilancia le perforazioni

Una bolletta più leggera passa dal rilancio delle perforazioni. Lo afferma il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi. “Riprendere le esplorazioni di idrocarburi è un passaggio a cui non possiamo rinunciare per arrivare a una bolletta energetica più leggera e sostenibile”. Guidi precisa che “non va sacrificata la piena sicurezza ambientale, ma non possiamo permettere che intransigenze ambientaliste o resistenze locali blocchino esigenze nazionali di questa portata”.

Intanto, entro il 20 giugno, sarà presentato in Consiglio dei ministri il piano di riduzione della bolletta: un passaggio che consentirà alle Pmi di ridurre di oltre il 10% le spese energetiche. “È mia intenzione compiere un'ampia opera di equità tariffaria - ha affermato Guidi - limitando tutte le forme di sovra-remunerazione di cui molti attori ancora godono". Un cenno alle rinnovabili che, unito al rilancio delle perforazioni, ha suscitato l'allarme dei sostenitori delle rinnovabili. A cominciare dal presidente di Cna Daniele Vaccarino, sicuro che "il provvedimento taglia-bollette del ministro dello Sviluppo Federica Guidi danneggia pesantemente il settore delle fonti rinnovabili e, in particolare, il fotovoltaico, mettendo in pericolo migliaia di posti di lavoro".

Tags:
perforazioniguidibollette

in evidenza
"Donzelli-Cospito un paradosso. Parliamo dei dialoghi tra deputati e mafiosi"

Annalisa Chirico su Affaritaliani.it

"Donzelli-Cospito un paradosso. Parliamo dei dialoghi tra deputati e mafiosi"


motori
BMW Italia inaugura il 2023 che sarà ricco di iniziative e anniversari

BMW Italia inaugura il 2023 che sarà ricco di iniziative e anniversari

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.