A- A+
Economia
Affari di moda/ Piquadro sbarca negli Usa

Dopo l’annuncio, lo scorso giugno, dell’imminente apertura della sua prima boutique negli Stati Uniti, Piquadro prende casa nella Grande Mela.

La griffe di pelletteria ha infatti firmato il contratto per uno spazio al numero 509 di Madison Avenue a New York e, contemporaneamente, ha sottoscritto un accordo con il partner che affiancherà l’azienda Bolognese nella distribuzione sul mercato americano.

Lo store Piquadro a New York, la cui inaugurazione è prevista a Marzo 2015, si inserisce nella prima fase del lancio negli Stati Uniti del marchio ideato quindici anni fa da Marco Palmieri e, seguendo con cadenza annuale le altre due importantissime aperture internazionali di Rue Saint Honoré a Parigi nel febbraio 2013 e di Regent Street a Londra nel marzo 2014, si colloca nell’ambito di un’ampia strategia retail per lo sviluppo del brand a livello globale.

"L’apertura di una boutique a insegna Piquadro a New York è un evento importante che rientra nel progetto di costruzione di notorietà globale" afferma Marco Palmieri, Presidente e Amministratore Delegato di Piquadro. «Dopo i risultati di crescita in Italia e all’estero dello scorso esercizio, il momento opportuno sembra essere arrivato e la decisione di compiere finalmente questo passo è confortata dai dati relativi all’ultimo semestre che si è chiuso il 30 settembre con una crescita del fatturato di circa l’8% e con un like for like dei negozi positivo e una crescita delle vendite dell’ecommerce a doppia cifra".

I circa 100 metri quadri del flagship statunitense di Piquadro proporranno una nuova e inedita declinazione del concept di arredo ideato dall’architetto Karim Azzabi ospitando, come già fatto nelle boutique di Londra e Parigi, pezzi e soluzioni d’arredo assolutamente originali che rendano unici i punti vendita strategicamente più importanti. Con l’apertura di New York, le boutique Piquadro raggiungeranno quota 104 nel mondo.

Tags:
piquadromarco palmieri

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.