A- A+
Economia
Popolare di Vicenza, Opa a 1 euro per azione su Etruria e Lazio

La Banca popolare di Vicenza, che aveva un'esclusiva fino a oggi per presentare un'offerta vincolante per la possibile integrazione tra i due Gruppi, ha annunciato la propria disponibilita' a lanciare un'Opa sulla Banca popolare dell'Etruria e del Lazio a 1 euro per azione.

L'operazione, si legge in una nota e' subordinata alla valutazione positiva del cda della Bpel, che ha tempo fino al 12 giugno per rispondere. L'offerta, spiega il comunicato, integra un premio implicito del 25,8% rispetto al prezzo ufficiale di Borsa del 27 maggio scorso, pari a 0,7949 euro. L'Opa sara' considerata di successo se il numero delle azioni apportate sara' tale da consentire al Gruppo Bpvi di detenere una partecipazione superiore al 90% del capitale sociale ordinario di Bpel e quindi di procedere al delisting dell'istituto laziale. Bpel sara' anche trasformata da societa' cooperativa in societa' per azioni.

Sotto il profilo industriale e di governance, sottolinea ancora il comunicato, "l'integrazione tra i due Gruppi si porrebbe in una logica di valorizzazione delle professionalita' e delle specificita' locali di Bpel nonche' di attenzione alla sua base sociale.

In particolare: Bpel rappresenterebbe il principale presidio della presenza del Gruppo Bpvi nelle regioni dell'Italia centrale; l'integrazione si baserebbe sulla condivisione del principio cardine della rispettiva mission rappresentato dal caratterizzarsi quali banche del territorio e dalla logica di servizio alle economie locali, con l'obiettivo di mantenere i livelli occupazionali; saranno contemperati, attraverso adeguati strumenti di governance, l'esigenza e opportunita' di avere un governo accentrato del Gruppo per il presidio dei rischi ed il conseguimento delle sinergie, con la valorizzazione delle peculiarita' dei territori e del rapporto con la clientela di Bpel".

Tags:
banca popolare di vicenzabanca popolare dell'etruria e del lazioopa

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.