A- A+
Economia
L'Europa in crisi non frena Prada: le vendite tengono grazie al Medio Oriente

Tengono le vendite di Prada nonostante la frenata del retail europeo. Il gruppo ha registrato nel primo semestre del 2014, iniziato a febbraio, ricavi per 1,75 miliardi di euro, in lieve progresso rispetto allo stesso periodo del 2013 (+1%).

Il semestre - spiega il gruppo di moda - e' stato condizionato dall'andamento sfavorevole delle valute, dal momento che a parita' di cambi la crescita sarebbe stata del 4%. Il contesto politico e macroeconomico del semestre e' stato "piu' complesso del previsto", commenta Patrizio Bertelli, amministratore delegato di Prada.

"Con l'approvazione dei risultati completi relativi al primo semestre 2014 il cda - prosegue - alla luce dei risultati ottenuti nei primi sei mesi dell'anno e di una maggior visibilita' per i mesi a venire, aggiornera' la guidance per l'intero esercizio".

A livello geografico, ricavi in lieve flessione rispetto all’anno precedente in Europa, -1% sia a cambi costanti che correnti, ancora penalizzati principalmente dal calo dei flussi turistici, oltre che dalla generale congiuntura negativa che influenza il consumo domestico.

I risultati migliori sono stati raggiunti in Medio Oriente, dove le vendite sono cresciute del 16% (+21% a cambi costanti), e in Giappone (+10% a cambi correnti e +19% a cambi costanti). Nel complesso, calano del 2% i ricavi nell'area Asia Pacifico, con risultati deboli in Corea, Hong Kong e Singapore a fronte di un'accelerazione della Cina; nelle Americhe, la crescita delle vendite e' dell'8% (+14% a parita' di cambi).

Sul fronte marchi, bene Church's (+14%) e Miu Miu (+3%); positivi anche i trend del marchio Prada (+1%) e di Car Shoe (+2%).

Il gruppo Prada, che e' quotato alla Borsa di Hong Kong, ha presentato oggi i dati preliminari di vendita; la semestrale completa sara' approvata dal cda il 19 settembre.

Tags:
pradamiu miusemestralecar shoechurch'spatrizio bertelli
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.