A- A+
Economia

 

imu tasse

Il governo Monti è in carica solo per il disbrigo degli affari correnti, ma sbaglia chi crede che questo significhi uno stop all'incremento della pressione fiscale, già balzata al 44%, in media annua, nel 2012, con un incremento dell'1,4% rispetto all'anno precedente (ma nel solo quarto trimestre si è toccata una punta del 52% secondo l'Istat, ossia l'1,5% in più dello stesso periodo del 2011). L'effetto delle manovre correttive varate lo scorso anno dal governo dell'ex rettore dell'università Bocconi, infatti, è destinato a "spalmarsi" anche sul 2013, con un ulteriore incremento previsto del peso del fisco in rapporto al Pil (si salirà dal 44% al 44,4% medio), col rischio che un calo superiore alle attese del Pil stesso possa ulteriormente esacerbare il rapporto.
 
Nel complesso, secondo studi della Cgia di Mestre, quest'anno usciranno dalle tasche, sempre più esauste, dei contribuenti italiani altri 14,7 miliardi in più di quanto già pagato l'anno passato. Se non interverranno modifiche, infatti, dal 1 luglio l'aliquota Iva (oggi al 21%) aumenterà di un punto (al 22%), con un incasso atteso, nel secondo semestre dell'anno, di 2 miliardi che però è giudicato da molti alquanto aleatorio visto che i consumi sono in calo (-2,9% nel 2012) e potrebbero in parte vanificare l'aumento dell'imposta. Se invece ci fosse un barlume di ripresa dei consumi, Confcommercio stima che un punto in più di Iva possa arrivare a valere fino a 7 miliardi l'anno di maggiori entrate fiscali.

Vi è poi il "rebus" Tares, imposta sui rifiuti destinata a sostituire (con incremento del costo da pagare) Tia e Tarsu. Il Parlamento a gennaio ne ha imposto un rinvio a luglio, così la prima rata, in arrivo nelle prossime settimane, si pagherà col vecchio metodo, dunque senza particolari incrementi. La seconda (sempre che non sia ulteriormente rinviata) sarà invece commisurata agli immobili, ossia alle rendite catastali, proprio come l'Imu e dovrebbe comportare un 20% di maggior costo per i contribuenti (pari a circa un miliardo in più di gettito).

Tags:
taresimuiva
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.