A- A+
Economia
Continua la corsa all'oro. Ma il rally potrebbe finire presto

Dopo aver mostrato una mancanza di direzione nei primi due mesi del secondo trimestre dell'anno, l'oro è entrato in una nuova fase di rialzo nel mese di giugno, guadagnando il 6% nelle prime tre settimane e toccando, il 19, il massimo da due mesi a 1.322 dollari l'oncia.

Per gli analisti di Societè Generale, la corsa del metallo giallo è stata supportata dai dati CFTC di giugno, che hanno mostrato un costante incremento delle posizioni speculative long. Questo ha permesso di raggiungere i 1.322 dollari, record a cui ha fatto seguito, durante l'ultima settimana del mese, un arretramento del prezzo che si è comunque mantenuto sopra quota 1.300.

Nel breve termine, continuano gli esperti, è dunque possibile una nuova fiammata dei prezzi, che continueranno a beneficiare dei rischi geopolitici. Attenzione però: senza un fermo sostegno da parte del mercato fisico e alla luce dei segnali di ripresa economica negli Stati Uniti, ci sono grosse probabilità di veder frenare l'attuale corsa dell'oro. Quando? Più prima che poi.
 

Tags:
ororallyborsa
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.