A- A+
Economia
pietro scott jovane

Riflettori puntati a Piazza Affari sui titoli Rcs MediaGroup, dopo che venerdì sera Fiat (in salita dell’1,3% a 5,44 euro per azione a metà giornata) ha annunciato di detenere diritti per la sottoscrizione dell’aumento di capitale da 400 milioni di euro in corso che porteranno la sua partecipazione, al termine della ricapitalizzazione, a quasi raddoppiare dall’attuale 10,5% al 20,1% del capitale, facendo riacquistare al Lingotto il ruolo di primo socio dell’editore del Corriere della Sera. Sempre venerdì, inoltre, è stata annunciata la morte di Giuseppe Rotelli, l’ex “re delle cliniche milanesi” da alcuni anni colpito da un tumore all’esofago e che fino ad ora risultava con Pandette Srl il primo socio di Via Solferino col 13,03% (più un’opzione su un ulteriore 3,63% in mano al Banco Popolare).

In risposta a queste notizie a Piazza Affari il titolo Rcs MediaGroup è stato prima sospeso al rialzo e poi, riammesso, ha chiuso in rialzo del 26%  (con un prezzo di 1,73 euro per azione, in crescita del 30,28% rispetto alla chiusura di venerdì scorso). Complice l’aria di “ribaltone” che il blitz di Fiat sembra aver suscitato in borsa, dove in molti si interrogano sulle prossime mosse di Diego Della Valle, socio all’8,7% e che sino alla scorsa settimana era parso poter recitare il ruolo di “cavaliere bianco” dopo la rinuncia di Rotelli a sottoscrivere i propri titoli ed anzi l’annunciata intenzione di concludere un’avventura che non ha portato fortuna all’imprenditore, che dal 2006 a oggi ha sborsato quasi 390 milioni di euro sostanzialmente senza aver mai potuto realmente incidere sulla gestione manageriale (né su quella editoriale) del gruppo.

Dal canto suo John Elkann, numero uno del gruppo Fiat, ha già precisato che “non ci sono assolutamente alleanze in vista” tra Rcs e il gruppo Murdoch, ipotesi circolata con insistenza negli ultimi giorni (assieme a quella di un possibile ingresso nell’azionariato di un altro gruppo editoriale europeo, come Bertelsmann), come pure di non essere a conoscenza di alcun incontro tra Della Valle e gli altri soci del patto di sindacato di Rcs. “L’unico incontro di cui sono al corrente è l’incontro che dovrebbe svolgersi a fine mese del patto di sindacato”, cui peraltro lo stesso Elknann ha smentito possa partecipare il patron di Tod’s, dato che “non mi risulta che sia nel patto”.

Tags:
rcsborsajovane

i più visti

casa, immobiliare
motori
Lancia firma il suo primo monopattino elettrico

Lancia firma il suo primo monopattino elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.