A- A+
Economia

 

gaetano miccichè

twitter@andreadeugeni

La proposta di acquisizione dell'immobile di Rcs in via San Marco a Milano finisce anche sul tavolo di Generali Real Estate. Quella che fino a poche ore fa era un rumors, ora è un fatto certo. 

Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, Banca Imi, advisor scelto dal gruppo guidato da Pietro Scott Jovane per la vendita che ospita la sede della Gazzetta dello Sport e, in parte, i giornalisti del Corriere della Sera assieme ai dipendenti di alcune testate che fanno sempre parte della "galassia di Via Rizzoli", ha inviato il dossier anche alla controllata della compagnia assicurativa triestina che gestisce le attività immobiliari del Leone.

Oltre al fondo Usa Blackstone, a Prelios e a Beni Stabili, che secondo le indiscrezioni dell'ultima ora, avrebbero preso in esame le carte sulle caratteristiche dell'immobile, Gaetano Miccichè, amministratore delegato della merchant bank di Intesa, ha invitato a fare un'offerta per l'immobile di via San Marco anche la società amministrata da Giancarlo Scotti e presieduta da Nikhil Srinivasan, il neo chief investment officer a cui, da gennaio, fa capo la responsabilità dell'intero asset management delle Generali che è anche azionista del gruppo che edita il CorSera con il 3,9% del capitale.

generali (9)

Gli inviti sono stati recapitati la scorsa settimana e le offerte non vincolanti per tre lotti di circa 27mila metri quadrati, compresi parcheggi e sotterranei da cui però è esclusa la sede storica del Corriere della Sera, sono attese entro mezzogiorno di lunedì 27 maggio. Termine a partire dal quale Banca Imi farà il punto per vendere un immobile dalla cui cessione Scott Jovane spera di ricavare per fare cassa e aggiungere così un altro tassello decisivo all'opera di rafforzamento finanziario della sua società circa 200 milioni.

Il Cda di Rcs ha infatti appena varato un aumento di capitale da effettuarsi in due tranche con emissione di azioni ordinarie per 400 milioni di euro e di azioni a risparmio entro luglio di quest'anno più la delega per altri 200 milioni entro il 2015. La vendita di Dada, di 10 periodici e dell'immobile di via San Marco serviranno a completare l'intervento di rafforzamento finanziario complessivo che si aggira intorno agli 800 milioni di euro.

Difficile capire cosa farà il Leone di Trieste anche se Generali Real Estate è leader, come asset manager, del comparto del mattone italiano e uno dei principali player in ambito europeo, con la gestione di un portafoglio immobiliare di circa 29 miliardi (circa l'8% del valore di tutto l'AM di Generali), di cui il 60% piazzati all'estero e di cui Generali Real Estate ha ereditato nel 2011 la gestione dalle controllate estere.

Al momento, Mario Greco, amministratore delegato delle Generali che, secondo i rumors, ha a cuore il comparto del mattone, sembra voglia soltanto valorizzare il business attualmente in pancia alla compagnia, come fatto in Francia con Norges Bank.

Tags:
rcsimmobiligenerali real estate
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida

Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.