A- A+
Economia
cipro 280313 10

Dopo dodici giorni riaprono le banche cipriote. Per scongiurare la corsa allo sportello, Nicosia ha fissato dei paletti che limiteranno i flussi di capitale per almeno 4 giorni. Nell'isola sarà vietato l'uso di assegni e il prelievo massimo al bancomat sarà di 300 euro al giorno. Le carte di credito potranno essere usate senza limitazioni a Cipro, ma all'estero non si potranno spendere più di 5 mila euro. E' la prima volta in Europa che si introducono simili controlli valutari, per di più dopo un'altra "novità": il prelievo forzoso sui depositi oltre i 100 mila euro. Nonostante le autorità insistano nell'assicurare che le restrizioni saranno temporanee, pare difficile un ritorno alla normalità finché l'economia dell'isola sarà in piena crisi.

Ad alimentare l'impasse ci sarebbe anche il carattere "discrezionale" del provvedimento. I limiti, infatti, potranno essere rimossi dalle banche capace di reggere l'ondata di prelievi. Una decisione che mira a premiare le banche sane e garantire quelle maggiormente sotto pressione ma che potrebbe acutizzare la tensione. Il clima è già pesante: camion carichi di banconote in euro sono arrivati alla Banca centrale scortati dalla polizia. Le forze armate sorvegliano le banche per paura di disordini.

Nel frattempo la commissione Ue ha ribaduito che considera indispensabili i controlli sui capitali degli istituti ciprioti, ma fa sapere che non vanno tenuti troppo a lungo e che monitorerà la necessità di una loro correzione o estensione. "La commissione - si legge in un comunicato - continuerà a monitorare la necessità di estendere la loro validità e di rivedere simili misure". Qualsiasi misura sarà comunque "proporzionata e limitata nella sua durata".



 

 

 

Tags:
cirpobancheueprelievo forzoso
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.