A- A+
Economia

 

 

scaroni

L'Europa potrebbe perdere altre occasioni, nei confronti degli Stati Uniti, nell'attrarre investimenti - soprattutto per le aziende ad alta intensita' energetica - per la sua riluttanza ad abbracciare la rivoluzione dello shale gas. Lo ha sottolineato l'ad di Eni, Paolo Scaroni, al 'FT Global Shale Energy Summit' secondo quanto riportato dal quotidiano.

"Perche' mai si dovrebbe investire in Europa piuttosto che in Texas dove il costo dell'elettricita' e' la meta', quello del gas un terzo oltre ad altri fattori generali piu' favorevoli", ha detto il manager.

"Noi abbiamo visto clienti spostare i loro investimenti dall'Europa agli Usa", ha osservato Scaroni.

In ogni caso, l'avvio dell'export di Lng dagli Usa ai mercati europei, insieme ad altri fattori, dovrebbe far abbassare i prezzi del gas nel Vecchio Continente, negli anni a venire, dai 10-11 dollari per milione di Btu a 8 dollari per milione di Btu.

Nonostante questo, ha evidenziato Scaroni, la differenza di prezzo dovrebbe lasciare l'Europa sempre in una posizione di svantaggio rispetto agli Usa. "Bastano 8 dollari per competere con gli Stati Uniti? Penso proprio di no", ha concluso.

Tags:
enipaolo scaronifinancial timesshale gas
i più visti
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.