A- A+
Economia
Scioperi, nel 2013 quasi due stop al giorno

Nel settore dei servizi pubblici essenziali sono state 2.339 le proclamazioni di sciopero nel 2013, con 666 giornate effettive di astensione dal lavoro. Lo ha detto il Garante sugli scioperi, Roberto Alesse nella relazione annuale.

I settori piu' critici sono risultati quelli dell'igiene ambientale (raccolta e smaltimento dei rifiuti) e delle pulizie e multiservizi, che nello scorso anno hanno subito rispettivamente 186 e 105 azioni di sciopero, principalmente nelle regioni del Sud (in particolare in Campania e in Sicilia).

Per Alesse ''la conflittualita' desta altresi' particolare preoccupazione se si guarda al settore dei trasporti (aereo, marittimo, ferroviario e su gomma), dove il dato globale, vale a dire la somma degli scioperi sia nazionali che locali registra nel 2013 ben 293 astensioni''.

In particolare, nel trasporto aereo, lo scorso anno ha registrato 33 scioperi a livello nazionale, mentre il trasporto ferroviario e marittimo ha realizzato, rispettivamente, 72 e 31 astensioni dal lavoro. Settori conflittuali sono stati anche quello della sanita', con le proclamazioni di sciopero aumentate del 70% e quello della giustizia, con gli avvocati che hanno proclamato un'astensione dal lavoro per 49 volte.

Tags:
scioperigarante scioperilavoro
i più visti
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."


casa, immobiliare
motori
Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT

Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.