A- A+
Economia
Boschi: "730 precompilato". Al via la riforma del catasto

Dichiarazione dei redditi precompilata a partire dall'anno prossimo. E' una delle principali misure di "semplificazione della vita del contribuente" che il Consiglio dei ministri ha esaminato oggi e che secondo il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, riguardera' la vita di 30 milioni di contribuenti. Dal prossimo anno la dichiarazione dei redditi sara' quindi precompilata: mentre ora cioe' il lavoratore dipendente, con il Cud consegnato dal datore di lavoro, presenta il modello 730 e lo compila (avvalendosi, se vuole, di assistenza fiscale tramite Caf o di un professionista), nel 2015 le cose cambieranno. Il decreto legislativo approvato oggi dal Consiglio dei Ministri prevede che venga recapitata al contribuente il modello gia' pre-compilato, che potra' accettare o modificare.

Nel dettaglio, i primi articoli del provvedimento dispongono che l'Agenzia delle entrate "mediante un'apposita unita' di monitoraggio, riceve e gestisce i dati" dei flussi informativi utili. Il contribuente quindi si vedra' recapitare il modulo "mediante i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate" o anche tramite il Caf, o un commercialista. Sara' poi un altro provvedimento, sentito il Garante della Privacy, ad inviduare le modalita' tecniche per consentire al contribuente di accedere al 730 compilato. Il contribuente poi decidera' di accettare o modificare i dati. Il provvedimento stabilisce anche che con decreto del Ministro dell'Economia da adottare entro il prossimo 30 novembre, verranno rimodulate le misure dei compensi per i Caf e per coloro che prestano assistenza fiscale.

"E' una grande opera di semplificazione", ha detto Boschi in conferenza stampa al termine del Cdm, sul fisco lo Stato diventa "finalmente amico" dei cittadini. Ad oltre 30 milioni di italiani, ha continuato Boschi, dal 2015 verra' spedito a casa una dichiarazione dei redditi precompilta dallo Stato. Ci sara' la possibilita', ha aggiunto, di fare delle correzioni. Ma se la dichiarazione verra' considerata corretta "si potranno dormire sonni tranquilli: questa opera di semplificazione rendera' la vita piu' facile ai pensionati e ai lavoratori dipendenti". A parte la dichiarazione precompilata, sono varie le novita' contenute nella bozza esaminata dal Cdm: salta ad esempio per le societa' l'obbligo di indicare nella dichiarazione dei redditi i crediti vantati nei confronti della Pubblica amministrazione. I rimborsi dei crediti d'imposta saranno effettuati "entro 60 giorni sulla base di apposita richiesta sottoscritta dal contribuente, ovvero entro 20 giorni dalla ricezione" della comunicazione all'ufficio competente.

Tags:
fiscosemplificazioneboschiriforme

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes partnership con Phi Beach

Mercedes partnership con Phi Beach


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.