A- A+
Economia
Snam, vola l'utile. Italgas? "Impatto non significativo"

Snam ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 561 milioni di euro, in crescita del 21,4% rispetto allo stesso periodo del 2013. Lo comunica l'azienda in una nota. L'utile operativo e' salito del 2,4% a 1,044 miliardi di euro, mentre i ricavi totali sono aumentati dello 0,4% a 1,782 miliardi di euro. Gli investimenti tecnici hanno segnato un incremento del 7,3% a 526 milioni di euro.

"La crescita dell'utile operativo del 2,4% nel primo semestre del 2014 e il significativo incremento di oltre il 21% del risultato netto riflettono la nostra attenzione all'efficienza operativa, nonche' il crescente contributo delle societa' controllate ed il continuo processo di ottimizzazione del costo del debito". E' il commento dell'ad di Snam, Carlo Malacarne, ai risultati semestrali comunicati dall'azienda. "Rimaniamo focalizzati a investire per una crescita profittevole e remunerativa per i nostri azionisti confermando il nostro selettivo piano di investimenti", ha aggiunto Malacarne.

In data 25 luglio 2014, Snam ha concluso accordi con le banche finanziatrici volti a rinegoziare nuove e migliorative condizioni, in termini di pricing e di estensione della durata, del finanziamento sindacato stipulato nel luglio 2012. Lo comunica l'azienda in una nota. Il finanziamento sindacato, di complessivi 3,2 miliardi di euro, e' costituito da una linea di credito revolving a tasso variabile di importo pari a 2 miliardi di euro, della durata di 3 anni e con scadenza nel 2017, e una liquidity line a tasso variabile di importo pari a 1,2 miliardi di euro, della durata di 5 anni e con scadenza nel 2019.

Quanto a Italgas, il potenziale impatto del provvedimento del tribunale di Palermo "sul patrimonio netto consolidato e sulla posizione finanziaria netta consolidata nonche' sulla continuita' aziendale di Snam e del gruppo nella sua interezza, e' valutato non significativo anche con riferimento ai covenants che assistono una parte dell'indebitamento". A tal proposito, sulla base delle informazioni attualmente disponibili, Snam evidenzia che "i rapporti di fornitura di Italgas S.p.A. individuabili nel Decreto risultano di misura limitata e aver avuto inizio nel primo semestre 2009; allo stato, il loro valore cumulato ad oggi non supera l'1% dello spending complessivo di Italgas S.p.A. verso fornitori terzi consuntivato nello stesso periodo". Snam, conclude la nota "collabora fattivamente con l'amministrazione giudiziaria di Italgas anche al fine di mantenere, nell'ambito delle linee strategiche di Gruppo, la continuita' delle attivita' aziendali".

Tags:
snamitalgasmalacarne
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.