A- A+
Economia
Snam, l'utile sale del 30%. Cedola confermata a 0,25 euro

Snam ha chisuo il 2014 con un utile netto di 1,198 miliardi di euro, in crescita del 30,6% rispetto al 2013. Alla prossima assemblea verra' proposta la distribuzione di un dividendo di 0,25 euro per azione, invariato rispetto al 2013.

"I solidi risultati che ci attendiamo - ha detto l'ad Carlo Malacarne nella nota sul piano strategico 2015-2018 - sostenuti anche dal crescente contributo delle consociate estere e dalla rigorosa disciplina finanziaria, ci consentono di confermare una politica di dividendo attrattiva e sostenibile anche per il 2015, con un dividendo atteso pari a 25 centesimi di euro".

Tra gli altri dati di bilancio, i ricavi sono aumentati dell'1% a 3,566 miliardi, il margine operativo lordo scende dell'1% a 2,776 miliardi, l'utile operativo scende del 3% a 1,973 miliardi. Gli investimenti tecnici sono stati pari a 1,313 miliardi (1,290 nel 2013). Il flusso di cassa netto da attivita' operativa e' stato di 1,529 miliardi, l'indebitamento finanziario netto e' di 13,652 miliardi (13,326 nel 2013). Dal punto di vista operativo Snam ha immesso nella rete di trasporto 62,28 miliardi di metri cubi di gas (-9,7%). Il numero di contatori attivi e' salito dell'8,1% a 6,408 milioni.

La capacita' disponibilie di stoccaggio e' pari a 11,4 miliardi di metri cubi, invariata, interamente conferita per l'anno termico 2014-2015, contro i 9,9 miliardi conferiti nel 2013-2014. "Grazie alla continua attenzione all'efficienza operativa e finanziaria nel 2014 abbiamo confermato risultati positivi - ha commentato l'ad Carlo Malacarne - ancor piu' significativi se si considera il perdurare della crisi economica e la contrazione dei consumi di gas. Abbiamo continuato i nostri programmi selettivi di investimento supportando la crescita del gruppo attraverso investimenti tecnici per 1,3 miliardi e l'acquisizione della partecipazione in Tag per 0,5 miliardi, con l'obiettivo di potenziare le infrastrutture gas italiane e di promuovere una sempre maggiore integrazione delle reti europee.

Il gruppo Snam investira' nel periodo 2015-2018 5,1 miliardi di euro, di cui 1,3 miliardi nel solo 2015. Il piano, informa una nota, si propone di incrementare la sicurezza degli approvvigionamenti e la felssibilita' del sistema, ma anche di favorire il transito di flussi di gas verso i mercati europei, in un'ottica di interconnessione con le reti continentali. Le principali linee guida del piano prevedono un investimento di 3,1 miliardi di euro nel trasporto e nella rigassificazione, con la realizzazione di infrastrutture nella Pianura Padana, l'aumento della liquidita' del mercato nazionale ed europeo, gli investimenti sulla rete nazionale per aumentare la flessibilita' e le interconnessioni con la rete regionale. La rete di trasporto sumentera' di 1000 km rispetto ai 32.339 km in esercizio, la potenza installata salira' di 130 megawatt (+15%). Oltre il periodo di piano sono previsti investimenti per 1,7 miliardi per la realizzazione di nuova capacita' in entrata da Sud.

Per lo stoccaggio Snam investira' 0,5 miliardi, con un aumento dell'11% della capacita' di modulazione. Nella distribuzione l'investimento previsto e' di 1,5 miliardi, con un aumento al 2018 del numero dei contatori da 6,4 a 6,6 milioni e la sostituzione di 800 km di tubazioni esistenti.

Nel periodo del piano inoltre Snam prevede un "significativo incremento" del contributo da partecipazioni grazie all'apporto dei due gasdotti Tag e Tigf. L'incremento medio annuo stimato nel piano della Rab (il valore del capitale investito netto) e' dell'1% circa.

Tags:
snamutilecedolapiazza affaricarlo malacarne
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.