A- A+
Economia
Spending review, rischia l'Ice. Industriali in rivolta

Industriali in rivolta sui rumors di una possibile soppressione dell'Istituto del commercio estero nell'ambito dei tagli della spending review. 'Il taglio dell'Ice e' una ipotesi che mi fa raggelare'', ha commentato il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi. Secondo il leader di viale dell'Astronomia, intervenuto al polo fieristico di Rho-Pero alla inaugurazione di Mce 2014, ''l'Ice andrebbe potenziato, e non eliminato come affermano i rumors che circolano in queste ore''.

A lui ha fatto eco il numero uno di Harmont & Blaine, noto marchio di moda napoletano simbolo del made in Italy. “Sono sconcertato dall’ipotesi di un taglio, nella logica della spending review, dell’istituto per il Commercio Estero in un momento in cui la competizione sui mercati internazionali diventa sempre più dura sul piano industriale e commerciale e proprio ora che l’ICE si sta dotando di un assetto più manageriale e più rispondente alle esigenze delle imprese”, ha commentato Domenico Menniti, amministratore delegato del bassotto.

Intanto Squinzi torna a puzecchiare Renzi. Stavolta parlando  di ''qualche delusione'' sulla tempistica indicata dal premier per lo sblocco complessivo dei debiti vantati dalle imprese nei confronti della Pubblica amministrazione. ''Dal premier - ha messo in chiaro Squinzi - ci era stato promesso un intervento entro 30 giorni. Poi ha aggiustato il tiro fino al 21 settembre''. Il riferimento e' alla promessa fatta da Renzi nello studio di Porta a Porta di sbloccare il pagamento dei debiti entro il giorno di San Matteo, che cade appunto il 21 settembre. Il problema, per Squinzi, e' che San Matteo ''mi sembra un po' troppo in la' soprattutto alla luce delle prime dichiarazioni del presidente del Consiglio''. Il numero uno di Confindustria avrebbe preferito che la scadenza fosse prevista a San Giorgio, che cade il 23 aprile: ''Non lo dico per me - ha ironizzato - ma in omaggio al presidente della Repubblica''. Inoltre, ''San Giorgio e' il Santo che combatte il drago del debito pubblico e della disoccupazione''. Al massimo, ha detto ancora il presidente di Confindustria, tutto potrebbe slittare fino al 29 giugno: ''Il giorno di SS. Pietro e Paolo va bene. Ma San Matteo mi sembra un po' troppo in la'''.

Tags:
icespending reviewcottarellisquinzi
i più visti
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi


casa, immobiliare
motori
Nuovo ŠKODA KAROQ: design più raffinato e miglior efficienza

Nuovo ŠKODA KAROQ: design più raffinato e miglior efficienza

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.