A- A+
Economia

 

 

"E' verosimile ritenere che i debiti della Pubblica amministrazione italiana nei confronti delle imprese ammontino a circa 120 miliardi di euro". Lo afferma il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi, che stima l'importo in base all'indagine presentata a marzo scorso dalla Banca d'Italia secondo cui il debito della P.a. sarebbe pari a 91 miliardi.

Ma "si tratta di una foto scattata il 31-12-2011, piu' di un anno e mezzo fa - sottolinea Bortolussi - in cui non sono comprese le aziende con meno di 20 addetti che costituiscono il 98% del totale. In questa ricerca inoltre non sono state coinvolte le imprese dei settori sanita' e servizi sociali dove si annidano i ritardi di pagamento piu' eclatanti. Alla luce di questi elementi, riteniamo l'ammontare dei debiti scaduti stimato dalla Banca d'Italia sottodimensionato di circa 30 miliardi di euro".

Secondo la Cgia dall'inizio della crisi alla fine del 2012 sono fallite per mancati pagamenti oltre 15.000 imprese. La stima e' tratta da osservazioni realizzate da Intrum Justitia. Secondo quest'istituto il 25% delle imprese fallite in Europa chiude per ritardi nei pagamenti.

"Tenendo presente che l'Italia e' maglia nera in Europa per la mancata regolarita' dei pagamenti tra la Pubblica amministrazione e le imprese nonche' nelle transazioni commerciali tra le imprese", la Cgia stima che tra il 2008 ed il 2010 questa incidenza abbia raggiunto la soglia del 30%, e del 31% nel biennio 2011-2012. Pertanto, a fronte di oltre 52.500 fallimenti registratisi in Italia nel quinquennio preso in esame, per la Cgia 15.100 chiusure aziendali sono addebitabili ai ritardi nei pagamenti.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
debiti pafallimenticrisi
i più visti
in evidenza
Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

Scatti d'Affari

Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte


casa, immobiliare
motori
Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.