A- A+
Economia
Tasse, ad aprile un ingorgo fiscale. Ecco cosa pagare al Fisco

Più di 50 scadenze fiscali nella sola giornata del 30 aprile, obblighi che diventano ben 135 se si considerano tutti quelli del mese. Non c'è che dire, aprile è uno dei mesi dell'anno in cui il Fisco bussa potentemente alla porta dei contribuenti e che si caratterizza per l'ingorgo fiscale a cui sono soggetti tutti gli italiani. Mole fra cui spiccano i popolari spesometro e dichiarazione dei redditi, senza dimenticare Iva, Irpef e Tobin Tax, ma a cui si sommano una montagna di scadenze, eredità soprattutto dei governi tecnici di Monti e Letta, di cui si fa a fatica a scorgere la ratio.

Si va infatti dalla comunicazione telematica dovuta dai commercianti per le vendite in contanti fatte a cittadini stranieri per importi superiori ai mille euro, al versamento dei contributi Inps dei datori di lavoro domestico e dalle annotazioni più varie nei registri Iva a quelle provenienti dalle associazioni sportive dilettantistiche. E ancora: dal pagamento delle ritenute alla fonte Irpef a quelli dei contributi Conai, Empaia, Enpals e dalla presentazione dei modelli Intrastat a quella del modello 730.

L'elenco potrebbe continuare a lungo (cliccare sul sito dell'Agenzia delle Entrate per avere tutti i dettagli sulle scadenze ficali di aprile), fra cui c'è da citare il tanto odiato Canone Rai, balzello che, secondo i rumors, il governo potrebbe legare al possesso di una bolletta elettrica e non di un apparecchio televisivo per combattere l'evasione: la seconda rata trimestrale di 30,16 euro per Viale Mazzini va pagata entro il 30 aprile. Sempre per chiudere aprile in bellezza. Com'era il detto, aprile dolce dormire? Forse, chi l'ha inventato non aveva ben presente la mole di obblighi tributari e previdenziali che toglierebbe il sonno a chiunque.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tassedichiarazionefisco
i più visti
in evidenza
Hunziker- Trussardi: è finita “Dopo 10 anni ci separiamo”

Spettacoli

Hunziker- Trussardi: è finita
“Dopo 10 anni ci separiamo”


casa, immobiliare
motori
Citroën AMI ha ispirato la creatività dello stilista italiano Massimo Alba

Citroën AMI ha ispirato la creatività dello stilista italiano Massimo Alba

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.