A- A+
Economia
Terna, trimestrale boom: su utili e ricavi

Terna ha chiuso il primo trimestre del 2015 con ricavi in crescita del 7,4% a 513,3 milioni di euro (contro i 478 milioni dello stesso trimestre del 2014). L'utile netto si attesta a 165,2 milioni di euro (145,2 milioni nello stesso periodo del 2014), in crescita del +13,8%. L'indebitamento finanziario netto e' pari a 6.518,2 milioni di euro.

L'aumento dei ricavi, si legge in una nota, "e' imputabile alla crescita delle Attivita' Regolate per 21,7 milioni di euro e delle Attivita' Non Regolate per 14,8 milioni di euro". I costi operativi sono pari a 111,7 milioni di euro, rispetto a 87,8 milioni di euro dello stesso periodo del 2014 (+23,9 milioni di euro), anche per effetto dei costi consuntivati nel periodo dalla gestione del Gruppo Tamini, non facente parte del Gruppo Terna nel primo trimestre 2014, e di alcuni elementi non ricorrenti.

L'Ebitda (Margine Operativo Lordo) del periodo si attesta a 401,6 milioni di euro, in crescita di 11,4 milioni di euro (+2,9%) rispetto ai 390,2 milioni di euro del primo trimestre 2014. L'Ebit, dopo aver scontato gli ammortamenti e le svalutazioni, si attesta a 281,3 milioni di euro, rispetto ai 277,3 milioni di euro dei primi tre mesi del 2014 (+1,4%).

Gli investimenti complessivi effettuati dal Gruppo nel periodo sono pari a 177,2 milioni di euro, in aumento di 12,9 milioni di euro rispetto ai 164,3 milioni di euro (+7,9%) dello stesso periodo dello scorso anno. Al 31 marzo 2015 si rilevano, in particolare, gli avanzamenti dei cantieri dell'interconnessione elettrica Italia-Montenegro, degli elettrodotti Sorgente-Rizziconi (tra Sicilia e Calabria), Paterno'-Pantano-Priolo (in Sicilia), Udine Ovest-Redipuglia (in Friuli Venezia Giulia) e Foggia-Villanova (tra Puglia e Abruzzo), e dei sistemi di accumulo Energy Intensive e Power Intensive localizzati principalmente nel Sud Italia e nelle isole maggiori.

La situazione patrimoniale consolidata al 31 marzo 2015 registra un patrimonio netto di Gruppo pari a 3.267,3 milioni di euro, in aumento rispetto ai 3.092,9 milioni di euro al 31 dicembre 2014. I dipendenti del Gruppo, a fine marzo 2015, sono 3.717. I dipendenti complessivamente usciti nel periodo, pari a 121, sono riconducibili in massima parte all'iniziativa avviata dall'azienda nell'ultimo trimestre 2014, volta ad anticipare il ricambio generazionale attraverso incentivi alla scelta volontaria di cessare il servizio per i dipendenti prossimi alla pensione; contemporaneamente e' iniziato il programma di inserimento di nuove giovani professionalita', che nel corso del trimestre ha gia' registrato 41 ingressi.

Tags:
ternatrimestraleutili
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.