A- A+
Economia
Tfr/ Morando (Economia): avanti nonostante i dubbi di BankItalia


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Nessuna retromarcia del governo sulla proposta del trattamento di fine rapporto in busta, nonostante i dubbi espressi dalla Banca d'Italia. A confermare il provvedimento è Enrico Morando, vice-ministro dell'Economia, intervistato da Affaritaliani.it. "Abbiamo presentato un disegno di legge che prevede l'intervento sul tfr. Ci sarà il dibattito parlamentare e vedremo, ma l'intenzione del governo è esplicita nel momento in cui ha avanzato questa proposta". Proposta che confermate malgrado le perplessità avanzate dalla Banca d'Italia? "Certamente sì", risponde Morando. Che poi aggiunge: "E' lì nel disegno di legge, discuteremo. In realtà per ora si è discusso prevalentemente della questione legata al trattamento fiscale dell'eventuale anticipo del tfr in busta paga. Questo era uno degli argomenti sul tavolo, poi vedremo e discuteremo anche delle obiezioni che vengono dalla Banca d'Italia. Ma la proposta è stata avanzata e quindi verrà discussa".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tfr
i più visti
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.