A- A+
Economia
Il Commissario straordinario dell'Inps Treu ad Affari : "Bene il Tfr in busta paga"

di Andrea Deugeni
twitter
@andreadeugeni

Il piano del governo Renzi di anticipare il Tfr in busta paga per i lavoratori dipendenti? "E' una misura positiva. Bisogna farla anche se ci sono dei contro". Il neo Commissario straordinario per l'Istituto nazionale della Previdenza sociale Tiziano Treu, presidente in pectore dell'Inps, sceglie Affaritaliani.it per la sua prima intervista da Commissario subito dopo la nomina del Ministero del Lavoro. "E' utile per tirare su i consumi", dice l'ex senatore che ha fatto parte in passato anche del governo Dini, D'Alema e Prodi. "Ma per la previdenza complementare ci sono delle difficoltà..."

Come giudica la mossa del governo di voler anticipare in busta paga dal primo gennaio il Tfr ai lavoratori dipendenti?
"E' un discorso un po' complicato. Ci sono dei pro e dei contro".

Quali sono i pro?
"La distribuzione di un po' di soldi subito per tirare su i consumi".

E i contro?
"Certamente, avere meno risorse per la pensione futura e complementare. E' una valutazione difficile. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha spiegato che è un'ipotesi. Si può anche fare, ma bisogna fare attenzione a non creare troppi buchi nella pensione complementare e nelle aziende di piccole dimensioni che si finanziano dal Tfr".

Ma in generale, la valuta positivamente?
"Sì, alla fine bisogna farla".

Tags:
tfrtreu
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.