A- A+
Economia

Spuntano due nuove società per facilitare la creazione di una rete in fibra sotto il cappello di Tim-Open Fiber. I rumors di queste ore parlano della volontà degli azionisti e degli advisor Rothshild, Unicredit e Jp Morgan di separare in due diverse newco le attività in perdita da quelle di mercato, con le prime che stanno beneficiando di aiuti pubblici perché non autosufficienti.

Secondo il Messaggero, l'obiettovo sarebbe quello di aggirare lo scoglio Antitrust, paventato da alcuni fondi internazionali azionisti. E dunque, per le cosiddette aree nere si darebbe vita a una joint venture in cui confluirebbero le attività di Open Fiber. Parallelamente si andrebbe a costituire una società per le aree bianche. Tra gli operatori contattati, scrive ancora il quotidiano romano, ci sarebbe F2i. Il fondo potrebbe addirittura agire da solo oppure facendo da capofila. Fra gli altri nomi contattati dagli advisor ci sono Ardian, Antin, Adia, Macquarie, Gic, Psp, Cppib e Cic.

La cessione del controllo della rete da parte di Tim contribuirebbe anche ad archiviare il procedimento Antitrust in corso che, qualora arrivasse a sanzione, potrebbe avere un impatto sino a 600 milioni sui conti del gruppo guidato da Luigi Gubitosi.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    timopen fiberfibra
    i più visti
    in evidenza
    Mentana all'inizio della maratona Il Colle, il voto e l'ironia social

    Quirinale/ Rete scatenata

    Mentana all'inizio della maratona
    Il Colle, il voto e l'ironia social


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela la versione speciale JUKE Kiiro

    Nissan svela la versione speciale JUKE Kiiro

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.