A- A+
Economia
Uniqlo ora fa tremare Zara e H&M. Fast Retailing moltiplica i profitti

E' ufficiale: la sfida più pericolosa per i giganti del low cost Zara e H&M arriva dal Giappone. La conferma è arrivata dai dati del primo trimestre appena archiviati da Fast Retailing, il gruppo che controlla tra gli altri, Uniqlo e Comptoir des Cotonniers.

Il gigante nipponico ha infatti archiviato il primo trimestre dell'esercizio con ricavi in netta crescita. Nei tre mesi chiusi il 30 novembre il fatturato ha segnato un +23,3% sul corrispondente periodo dello scorso anno, portandosi da 389 a 479 ,5 miliardi di yen (da circa 2,8 a circa 3,4 miliardi di euro).

In crescita anche gli utili, che passano da 41,9 a 68,8 miliardi di yen (da circa 297 a circa 488 milioni di euro).

A far da traino Uniqlo Japan, i cui ricavi sono cresciuti dell'11,6% a 232, 6 miliardi di yen (circa 1,6 miliardi di euro), e anche Uniqlo International, che segna un +47,3% a 168 miliardi di yen (circa 1,2 miliardi di euro).

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
uniqlomodafast retailing
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.