A- A+
Economia

Pronti allo sciopero fiscale contro i tagli del governo alla sanità. Il primo ad annunciarlo è il Veneto di Luca Zaia. A ruota, si accoda la Lombardia guidata da Roberto Maroni. Entrambe le Regioni sono a guida Lega. "Se il governo pensa di tagliare anche un solo euro di spesa sanitaria al Veneto noi facciamo lo sciopero fiscale - promette Zaia in una intervista al Quotidiano nazionale dopo le polemiche montate nei giorni scorsi e le rassicurazioni lasciate filtrare da Palazzo Chigi -. Ma a Matteo Renzi - prosegue - voglio dire una cosa: se ha le palle, approfitti della situazione, obblighi tutti ad applicare i costi standard. La siringa, lo stent e il pasto in ospedale devono costare ovunque la stessa cifra. Il governo è ostaggio degli spreconi e della mala gestione. Renzi non applicherà mai i costi standard perché provocherebbe la ribellione del Sud. Non dei cittadini, ma della classe dirigente". 

E sulla scia del Veneto, anche la Lombardia parte all'attacco e si dice pronta alla protesta fiscale se lo Stato taglierà i fondi della sanità. A postare la 'promessa' su Twitter il governatore Maroni che si affianca così al presidente Zaia.

Tags:
venetolombardia
i più visti
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.