A- A+
Economia
Virgin Money, la banca di Branson punta a 200 milioni di euro di raccolta

Virgin Money, la banca britannica fondata dall'uomo d'affari Richard Branson, ha annunciato di puntare a raccogliere fino a 150 milioni di sterline (192 milioni di euro) con la quotazione in Borsa, che dovrebbe avvenire la settimana prossima.
 
A conclusione dell'operazione la banca verserà 50 milioni di sterline al Tesoro britannico, secondo quanto previsto dal contratto d'acquisto, nel 2011, di Northen Rock, una delle vittime della crisi dei subprime.
 
I dipendenti riceveranno una parte delle azioni.
 
Richard Branson, numero uno del gruppo Virgin, cederà una parte della propria partecipazione, ma non è ancora stato specificato quanto.
 
Secondo gli analisti la società potrebbe valere tra 1,5 e 2 miliardi di sterline.
 
La quotazione di Virgin Money segna il ritorno in Borsa di Northen Rock, fallita nel 2007. La banca era stata nazionalizzata e scissa in due e Virgin aveva acquisito una larga parte delle sue attività.

Tags:
virginbranson
i più visti
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.