A- A+
Economia
piazza affari

di Paolo Fiore- twitter@paolofiore

In mezzo a una sfilza di meno, spicca un segno più. E' quello del franchising, un settore che regge alla crisi e pensa in grande. In Italia il fatturato è aumentato dell'1,5% ogni anno, ha toccato i 35 miliardi di euro e non accenna ad alcuna flessione. Tutt'altro. In periodi di difficoltà economiche, il franchising si sta rivelando un business anticiclico: le imprese preferiscono contenere il rischio e affiliarsi. La fiducia ha spinto WM Capital, operatore che ha tra i propri clienti ha Bata, Primigi, Camicissima, Chicco, Ovs e Yamamay,  a compiere il grande passo della quotazione. "E' il momento giusto - dice ad Affaritaliani.it Fabio Pasquali, presidente e amministratore delegato della società – per espandere il business, soprattutto nel settore farmaceutico. I prossimi 5 anni forniscono opportunità irripetibili". I precedenti di Noodles (quotato al Nasdaq) e Amrest (a Varsavia) sono incoraggianti.

 

L'INTERVISTA

Fabio PasqualiFabio Pasquali

Fabio Pasquali, perché portare il franchising in Borsa?
La società ci ha pensato a lungo. E' un percorso iniziato 20 anni fa. La scelta deriva dalla volontà di aumentare la trasparenza.  La quotazione servirà a sviluppo il franchising, a espandere il format a livello internazionale, con aperture dirette entro 5 anni in Usa, Uk e Hong kong. E poi c'è l'opportunità dello sviluppo nel settore farmaceutico. Nel 2007 abbiamo creato un format in cui abbiamo partecipato anche come soci nel settore farmaceutico e che oggi ha preso il nome di Dr Flaming. Con il decreto Balduzzi e il Cresci Italia si è aperta una grande opportunità: la possibilità di aprire altre 5 mila farmacie (che si sommano alle attuali 17 mila). E si potrà anche ampliare la gamma di prodotti venduti.

Si va verso il modello americano della pharmacy...
Sarà americano nel senso che si partirà dai servizi per vendere dei prodotti. La Borsa è un'opportunità anche per questo: si potranno raccogliere fondi da investire in ricerca e sviluppo, specie nel settore farmaceutico.

E' il momento giusto per arrivare a Piazza Affari?
Il franchising è in controtendenza. In Italia è aumentato dell'1,5% ogni anno. Produce un fatturato di 35 miliardi. E' un fattore sottovalutato: il mobile ne vale 21. In Usa un terzo delle aziede utilizza il franchising e la metà delle vendite sono date da reti che fanno franchising. Il progresso del settore è globale: in Messico cresce del 13%, e dati simili si registrano in Brasile e Cina.

Sembra non ci siano controindicazioni...
La quotazione è una scelta coraggiosa, ma abbiamo sentito grande interesse da grandi investitori. Brand globali come Prada, Armani, Geox utilizzano il franchising. E guardiamo cosa hanno fatto le società quotate del settore: venerdì scorso si è quotata al Nasdaq Noodles, balzando subito del 104%. Un'altra società interessante si è quotata, in piena crisi, sulla Borsa di Varsavia. Si chiama  Amrest (American Restaurant), rapresenta solo aziende franchising: nel primo anno il titolo è cresciuto del 100% e in 5 anni del 250%.

A cosa è dovuta questa capacità di reggere alla crisi e rilanciarsi in Borsa?
Il franchising è un investimento anticiclico. Con la crisi, e questa è stata una sorpresa anche per noi, sono aumentati i soggetti entrati nel mondo del franchasing. Si è trattato sia di investitori medi che grandi: si sono affidati a un settore che contiene il rischio.

Non c'è il rischio che il franchising canalizzi le risorse sui grandi gruppi penalizzando la piccola e piccolissima distribuzione?
In 20 anni abbiamo seguito marchi dal momento della loro creazione. E' il caso di Enel Green Power. O di Yamamay, che oggi vale 400 milioni di euro nonostante sul mercato ci fosse già un concorrente come Calzedonia. Non è questione di grandi brand. Nel 2006 abbiamo portato in Italia NaturHause, una catena nata in Spagna in piena crisi e poco conosciuta. Oggi ha 500 punti vendita. La forza del franchising è questa.

E cosa cambia con il listing?
Avremmo potuto investire i nostri capitali. Ma reperire nuove risorse può far acquisire quote di mercato, soprattutto nel settore farmaceutico. In altri momenti storici, l'espansione avrebbe richiesto sforzi maggiori. Invece i prossimi 5 anni forniscono opportunità irripetibili.

Tags:
franchisingwm capitalborsaquotazione
Loading...
in vetrina
Grande Fratello Vip 2020 VINCITORE: IL NOME E' CALDISSIMO... Gf Vip 4 news

Grande Fratello Vip 2020 VINCITORE: IL NOME E' CALDISSIMO... Gf Vip 4 news

i più visti
in evidenza
Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
Meghan Markle torna al lavoro La sua voce per un film Disney

Royal Family News

Meghan Markle torna al lavoro
La sua voce per un film Disney


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nissan dice no al tablet sul cruscotto e punta sull’onda

Nissan dice no al tablet sul cruscotto e punta sull’onda


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.