A- A+
Spettacoli
Rai, "Un posto al sole" è una questione di Stato. Il caso sul tavolo di Draghi

Rai, "Un posto al sole" questione di Stato. Il caso sul tavolo di Draghi

Il governo Draghi, oltre a dover far fronte alla pandemia da Coronavirus e alla crisi economica dovuta al lockdown, adesso dovrà occuparsi anche della fiction tv "Un posto al Sole". Il deputato grillino Luigi Iovino, infatti, - si legge su Repubblica - ha presentato un'interrogazione affinché il premier eviti che la serie di Rai3 slitti di orario: "La decisione di spostare l'orario di messa in onda delle 20.45, per fare spazio all'ennesimo talk politico, rischia di provocare un calo di ascolti.

"Invece - prosegue Iovino - si tratta di una delle produzioni di maggiore successo realizzata dalla storica sede Rai di Napoli, oltre che la più longeva della nostra tv di Stato". il grillino insiste: "Un'eventuale crisi della fiction rischierebbe di assestare un colpo fatale agli studi Rai di Napoli, senza dimenticare quanto, in termini di immagine, Un posto al sole impatti da anni positivamente sull'indotto locale, rilanciando il 'prodotto Napoli' in termini di attrattività turistica.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cambio orario un posto al solegovernoiovino draghi un posto al soleiovino m5sm5s un posto al soleraiun posto al sole





in evidenza
Affari in Rete

Politica

Affari in Rete


in vetrina
Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1

Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1


motori
CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.