A- A+
Spettacoli
Si tatua Celentano sul braccio e il molleggiato lo ringrazia

di Cosimo Cardone

“Ehi, ma te hai qualcosa che mi riguarda sulla pelle!”. Inizia così la telefonata tra Donatello Guarnieri e Adriano Celentano. Sì, proprio lui. Il Molleggiato. Sono le 16.22 di domenica 9 novembre. Una data che Donatello non dimenticherà mai. “Un sogno che si è realizzato - scrive poco dopo su Facebook - non dimenticherò mai questi 12 minuti e 7 secondi. Una telefonata troppo grande, troppo bella, troppo forte. Ero senza parole...piangevo”. Donatello, castellanese d’origine ma da anni residente a Statte, in provincia di Taranto, è un fan sfegatato di Celentano sin da bambino. “Ho tutti i suoi album, tutti i suoi film, tutti i suoi dvd e tutte le sue trasmissioni televisive”. Evidentemente, però, non era abbastanza. E così qualche mese fa Donatello decide di imprimere questa sua passione sulla propria pelle e così sul braccio sinistro si fa tatuare la locandina del doppio concerto che Celentano ha tenuto all’Arena di Verona l’8 e il 9 ottobre 2012. Una posa solita stilizzata del celebre artista, una pantera nera ai suoi piedi e il titolo di una delle sue più belle canzoni, “Ti penso e cambia il mondo”. Per rendere tutto perfetto, però, manca ancora qualcosa. L’autografo di Adriano Celentano a calce del tatuaggio. Come fare? Difficile, quasi impossibile. Nell’epoca dei social network, però, le distanze e le barriere spesso si sgretolano magicamente. E cosi è. Donatello contatta via Twitter Rosita Celentano, le posta le foto del suo tatuaggio e le chiede di mostrarle al papà. Rosita sembra subito apprezzare e si offre di perorare la sua causa. La passione di Donatello, così, giunge fino a Celentano che alle 16.22 di domenica scorsa decide di fare una sorpresa al suo fan. Donatello, come ogni domenica, è a casa con tutta la famiglia (sua moglie, le sue tre figlie e altri parenti), quando squilla il telefono: “ehi, ma te hai qualcosa che mi riguarda sulla pelle!”. Impossibile non pensare a uno scherzo. Bastano pochi secondi di comprensibile sbandamento, però, per capire che dall’altra parte della cornetta c’è davvero lui. Il suo mito. La sua passione. Adriano Celentano. Donatello, allora, mette il vivavoce: vuole condividere questa gioia con la sua famiglia. Ed emozionato e ancora provato inizia a parlare con Celentano. Una chiacchierata cordiale di circa 12 minuti. Parlano subito del tatuaggio: “Rosita mi ha fatto vedere le foto e sono stato molto colpito, è molto bello, oltretutto il ragazzo che te l’ha fatto è davvero bravo. E’ forte. Mi chiedo, ma se poi ti stanchi, come fai?”. Pronta la risposta di Donatello: “impossibile stancarti di te, Adriano”. Il botta e risposta continua. “Adriano - incalza Donatello - io ti voglio stringere una volta la mano, una sola volta”. “Ma qualche volta - replica - capiterà senz’altro”. Magari già tra qualche mese, in occasione del prossimo progetto di Celentano. “Non ti conosco, ma dalla voce capisco che sei simpatico. Vedrai che ci sentiremo qualche altra volta”. Immancabile, in chiusura, l’invito a visitare le Grotte di Castellana. “Se per caso dovessi capitare da quelle parti - conclude Celentano - ti chiamo”.

Tags:
celentanobracciotatuaggio
Loading...
in vetrina
Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...

Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...

i più visti
in evidenza
Canalis, la lingerie è da infarto Eli sensualissima sul letto. Le foto

Diletta, Belen e... Le foto delle vip

Canalis, la lingerie è da infarto
Eli sensualissima sul letto. Le foto


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
BMW Group: verso un futuro elettrificato

BMW Group: verso un futuro elettrificato


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.