A- A+
Esteri
Accordo Mosca-Pechino sul gas, Parsi: “Situazione favorevole alla Cina”

Di Tommaso Cinquemani
europa@affaritaliani.it

La Russia ha stretto con la Cina un accordo di fornitura di gas per i prossimi 30 anni per un valore di 465 miliardi di dollari. Che cosa cambia a livello geopolitico?
“Cambia che la Russia si è legata a doppio filo con Pechino. In termini strategici per Mosca non è certo un affare. Ha risolto un problema tattico ma non un problema strategico. Ha cioè trovato un nuovo compratore per il suo prodotto di punta, il gas, ma si è sbilanciato troppo verso Pechino”.

La Cina però ora dipende dal gas russo e si trova nella stessa situazione in cui ci troviamo noi europei…
“Questo non è vero perché la Cina può comprare il gas in qualunque parte del mondo, come d’altronde sta facendo adesso. Pechino è alla guida di una potenza economica nascente, mentre la Russia è diventata sua junior partner”.

Quindi tra le due superpotenze è la Russia la parte debole?
“In termini prospettici senza dubbio”.

Questo accordo commerciale come si lega alla crisi Ucraina?
“Dopo la crisi di Crimea i rapporti con l’Europa si sono deteriorati. La Russia sta cercando di diversificare i mercati a cui vendere i suoi prodotti energetici che sono vitali per la sua economia. Gli europei intanto dormono, quando invece dovrebbero cercare di diversificare le fonti di approvvigionamento”.

L’Europa dovrebbe accettare l’offerta di shale gas degli Stati Uniti?
“Non importa che sia shale gas o di qualche altro tipo. Dobbiamo organizzarci per diversificare le fonti energetiche”.

Secondo lei l’accordo tra la Russia e la Cina si limita alle forniture energetiche oppure sta nascendo un nuovo asse ad est?
“E’ ancora presto per dirlo. Per adesso abbiamo assistito alla firma di un accordo commerciale, dobbiamo aspettare per vedere se si trasformerà in qualcos’altro”.

Il viaggio di Obama nel Sud-est asiatico di qualche settimana fa è un tentativo di creare un fronte anti-cinese in Asia?
“Anti-cinese è una parola grossa. Gli Stati Uniti hanno la loro presenza nel Pacifico e la stanno strutturando meglio. La Cina invece non ha sostanzialmente alleati e sta cercando di organizzarsi”.

Tags:
gasrussiacina
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.