A- A+
Esteri
Addio a Lee Teng-hui, volto della svolta democratica e identitaria di Taiwan

E' morto giovedì a Taipei l'ex presidente di Taiwan, Lee Teng-hui, il primo democraticamente eletto sull'isola, nel 1996. Dopo alcuni giorni di illazioni, lo ha confermato il Taipei Veterans General Hospital, dove Lee era ricoverato da oltre cinque mesi: la morte è dovuta a choc settico e al collasso di molteplici organi.  Lee era stato ricoverato a febbraio scorso, quando gli venne diagnosticata una polmonite e venne intubato: le sue condizioni di salute erano in fase di peggioramento negli ultimi giorni.

Lee divenne presidente di Taiwan pro-tempore nel 1988 e fu eletto nel 1996, diventando il primo presidente a essere nativo dell'isola, oltre a essere il primo presidente a essere eletto dal voto popolare nel 1996, due anni dopo la riforma della Costituzione. Rimase al suo posto fino al 2000.

LP 11553074
 

La sua leadership ha scandito la transizione dell'isola alla democrazia, dopo alcune riforme per il pluralismo avviate dal suo predecessore, Chiang Ching-kuo - figlio del generale e leader del Partito Nazionalista Chiang Kai-shek - scomparso nel 1988. 

Nato il 15 gennaio 1923, educato a Taiwan, in Giappone e negli Stati Uniti, Lee Teng-hui è rimasto una figura influente nella scena politica di Taiwan anche al termine del suo incarico istituzionale. Di fede cattolica, Lee è il volto riconosciuto dai taiwanesi di diverse generazioni proprio perché ha guidato quel passaggio che ha reso Taiwan la vibrante democrazia asiatica che è oggi.

Nel 1999, Lee disse apertamente che le relazioni tra Taiwan e la Cina sono considerarsi "tra Stato e Stato o almeno relazioni speciali tra Stato e Stato", suscitando l'indignazione di Pechino che ritiene Taiwan una "provincia ribelle". Non a caso sui media cinesi vengono riportate le opinioni di considera Lee un "traditore". Nel 1996, in occasione delle prime elezioni popolari, andò in scena una crisi sullo Stretto con manovre militari. Lee ne uscì indenne e diventò il primo presidente eletto.

Al termine del suo incarico, ha sostenuto apertamente il Democratic Progressive Party dell'attuale presidente Tsai Ing-wen. Ora è il primo presidente eletto ad andarsene, dopo aver iniziato un processo che ha portato a una svolta non solo politica ma anche identitaria

LP 11553077
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    lee teng huitaiwandemocrazia
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.