A- A+
Esteri
Aereo abbattuto, l’accusa di Obama. "Mosca non ostacoli le indagini"


Dagli Stati Uniti Obama tuona le stesse frasi che ha detto il giorno dell'incidente aereo in Ucraina. "Putin ha la diretta reponsabilità", di consentire le indagini. Sono stati "i russi ad armare separatisti russi" e questi ultimi "debbono consentire che gli esperti facciano le loro indagini". "Cosa stanno esattamente cercando di nascondere?", chiede il presidente denunciando che "stanno rimuovendo le salme dal luogo dello schianto", senza alcun rispetto per le vittime.

Il ministero della Difesa russo afferma che non è stato rilevato il lancio di alcun missile vicino la rotta del Boeing della Malaysia Airlines: era invece presente nelle vicinanze un caccia ucraino. Lo riferiscono i media internazionali.

L'Ucraina e' pronta a cedere il controllo dell'inchiesta sull'abbattimento del volo malese MH17 agli alleati occidentali e ritiene che l'Olanda potrebbe assumersene la guida. Lo ha riferito il premier, Arseniy Yatseniuk. "Siamo preparati al fatto che l'Olanda assuma il coordinamento delle indagini internazionali visto che e' il Paese che ha sofferto di piu'", ha spiegato. Le salme delle circa 250 vittime recuperate sono attualmente su vagoni ferroviari con celle frigorifero, nella stazione ferroviaria di Torez, vigilati dai ribelli, non lontano dal luogo dell'incidente, una zona nella regione di Donetsk anch'essa sotto il controllo dei separatisti filorussi.

Il presidente Vladimir Putin ha promesso che la Russia fara' tutto il possibile perche' il conflitto nell Ucraina dell'est - che a suo dire e' costato la vita anche alle 298 persone del volo civile abbattuto venerdi' scorso - passi dall'attuale fase militare a quella della discussione al tavolo dei negoziati, esclusivamente con mezzi diplomatici e pacifici. Il leader del Cremlino ha parlato cosi' in un video registrato nella sua residenza di Novo-Ogarevo (poco fuori la capitale) e pubblicato nella notte (alle 1.40, ora di Mosca) sul sito della presidenza. Nel messaggio Putin ribadisce la posizione russa sulla tragedia aerea di venerdi', quando il Boeing 777 della Malaysia Airlines e' stato abbattuto in circostanze ancora da chiarire nella regione di Donetsk, dove sono in corso i combattimenti tra i separatisti filorussi e l'esercito ucraino.

Il presidente russo Vladimir Putin ritiene che la "tragedia" del Boing 777 della Malaysia Airlines sia stata conseguenza della ripresa delle ostilita' nell'Est dell'Ucraina, dopo il fallito cessate-il-fuoco di fine giugno. "Abbiamo chiesto ripetutamente alle parti in conflitto di mettere fine immediatamente allo spargimento di sangue e sedersi al tavolo dei negoziati", ha ricordato Putin in un video messaggio pubblicato nella notte e in cui commenta il disastro aereo in cui hanno perso la vita 298 persone. Senza puntare direttamente il dito contro le autorita' ucraine, il leader del Cremlino si e' detto pero' "certo" che "questa tragedia non sarebbe avvenuta se il 28 giugno non fossero riprese le ostilita' in Ucraina dell'Est". Allo scadere del cessate-il-fuoco unilaterale dichiarato da Kiev il 20 giugno, l'esercito ha ripreso l'offensiva contro i separatisti nelle regioni orientali, non raccogliendo l'appello della Russia a prolungare la tregua per continuare i negoziati, avviati dal 'gruppo di contatto'.

Tags:
putinucraina
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.